Ancora una sconfitta, ma la Valentino Basket Castellaneta lotta e se la gioca alla pari: al PalaVentura, contro la corazzata Lupa Lecce, I biancorossi si arrendono solo nel finale con un bugiardo 90-80 in favore dei padroni di casa.

Dopo una battaglia sportiva ad alta intensità, sono stati i salentini a spuntarla nell’ultimo periodo, trascinati dal duo Cvetanovic-Petraitis, autori di 24 punti a testa. Biancorossi condannati dalle basse percentuali al tiro (37% da 2 e 25% da 3), in un match nel quale hanno lottato su ogni pallone e in cui, tuttavia, la prestazione difensiva è stata più che positiva.

CRONACA – Petraitis e Durini fanno la voce grossa in avvio, quindi Lecce scappa sul +7 (12-5) dopo 4 minuti. Quando sale in cattedra Marshall la Valentino si rifà sotto, e Mascoli al 9′ trova il primo vantaggio biancorosso (17-19). Nell’ultimo minuto Marshall trova la tripla del +6, ma Durini è caldissimo dalla lunga distanza e riporta a stretto contatto i suoi: 21-23 il punteggio a fine primo quarto.

Nel secondo periodo entra prepotentemente in parti Cvetanovic, rebus in questa fase per la difesa biancorossa, ed è addirittura +10 Lecce alla metà del quarto: 38-28. I biancorossi di mollare non ne vogliono sapere, e trascinati dal break di Budrys si riportano in carreggiata (40-37)  al 7′. Lecce prova un’altra fuga, con Salamina che riassaggia il parquet dopo l’infortunio al ginocchio, ma Ianuale nel finale permette ai biancorossi di chiudere a -5: 44-39 il punteggio alla pausa lunga.

Al ritorno dagli spogliatoi, nei primi 5 minuti, è sempre Lecce a comandare con il solito immarcabile Cvetanovic sotto canestro. È ancora Budrys a suonare la carica per i valentiniani, poi un ottimo Mascoli trova la tripla del sorpasso: 54-57 al 7′. È il momenti in cui Castellaneta tenta la fuga, ma sale sempre più di tono la prestazione di Salamina, che da solo riagguanta la parità, chiudendo sul 59-59 il terzo periodo.

L’avvio di quarto periodo ci dice perché amiamo questo sport e conferma che non si dicono banalità quando si parla dell’alto livello di questa C Gold: è tutto un botta e risposta da 3, in successione Marshall, Durini, Cvetanovic e Gaudiano regalano spettacolo al PalaVentura, e dopo 2 minuti è ancora parità sul 65-65. I padroni di casa scavano il solco decisivo alla metà del quarto, e la tripla del +7 (74-67) arriva dalle mani del giovane Calasso. Budrys e Ianuale non ne vogliono sapere di gettare la spugna, e riportano i biancorossi a -4 (76-72) al 6′. Lecce non perde però il pallino del gioco, e riesce a chiudere i conti nel finale con Di Salvatore e Petraitis: 90-80 il punteggio finale al PalaVentura.

Sconfitta ma tanti applausi dai sostenitori biancorossi, giunti in massa nella prima trasferta salentina, per una squadra che un’anima ce l’ha. Appuntamento con i primi 2 punti stagionali rimandato, ma con questa voglia e con questo cuore non tarderanno ad arrivare.

LE PAROLE DEL PRESIDENTE GRANITO – “Abbiamo giocato alla pari contro una squadra di peso, altezza ed esperienza differente. La squadra ha tatticamente appreso ed attuato la strategia studiata. Nel momento del pari e addirittura del nuovo vantaggio a poco dalla fine non c’ è stata la fortuna della retina ma solo ferro. Sfido chiunque nel spendere le energie fisiche in fase difensiva nel pitturato dove il “spingi tu che spingo io” di Mocavero, Cvetanovic e Marinelli sono i più bravi in questo: i 30 punti del quarto periodo non contano.
I ragazzi hanno dato il 120% e non è stato ricambiato dalla fortuna, ripeto, nei momenti cruciali. Sono fiducioso e siamo contenti del basket espresso.”

Lupa Lecce 90 – 80 Valentino Basket Castellaneta (21-23; 23-16; 15-20; 31-21)

Lecce: Cvetanovic 24, Petraitis 24, Di Salvatore 6, Durini 16, Marinelli 6, Calasso 7, Salamina 6, Mocavero 1, Gatta, Zezza. All.re Di Salvatore.

Castellaneta: De La Cruz 7, Marshall 21, Budrys 15, Ianuale 11, Gaudiano 12, Mascoli 14, Pancallo, Lonardelli, Liverano, La Rocca. All.re Leale.

Ufficio Stampa Valentino Basket Castellaneta