Dieci giorni all’inizio del campionato di C Gold Puglia. Per la Valentino Basket Castellaneta, che domenica 31 esordirà in casa al PalaSassi di Matera (dove giocherà le gare interne per l’indisponibilità del PalaTifo interessato da lavori di ristrutturazione) contro la Nuova Pallacanestro Monteroni, è tempo di stilare un primo bilancio della preparazione, che è in corso nel nuovo tensostastico di via Aldo Moro.

Durante gli ultimi sette giorni i biancorossi sono stati impegnati in un allenamento congiunto a Potenza contro la University Basket, dove sono stati disputati quattro tempi di gioco i cui risultati sono stati i seguenti: 25-20, 19-23, 12-30 e 15-21. Poi, lo scorso fine settimana, il primo vero test precampionato a Mola, dove si è svolta la 35° edizione del Trofeo Vito Pinto, a cui hanno preso parte quattro compagini prossime avversarie in campionato: oltre al team di Lillino Ciracì e ai padroni di casa, anche il Basket Corato e la Nuova Matteotti Corato. Per la VBC è arrivata una sconfitta in semifinale contro il Mola per 80-66, poi un successo per 79-64 contro la Nuova Matteotti Corato nella finale per il terzo posto. La cui coppa commemorativa diventa così il primo trofeo della presidenza Nico.

A commentare il momento dei biancorossi è proprio Ciracì, che non nasconde le difficoltà dovute a una serie di assenze per infortuni, come quello di Christian Pancallo (nel frattempo è rientrato Rumen Vasilev dopo l’operazione al naso), ma anche a gravi tragedie, come quella di cui si è parlato a livello nazionale, ovvero la morte di Haitem Fathallah, giocatore della Fortitudo Messina, cognato di Mario Tartaglia, andato in Sicilia per stare vicino ai suoi famigliari.

«Il precampionato non sta andando proprio benissimo – ammette il coach della Valentino –, un po’ per via degli infortuni e un po’ perché dobbiamo ancora trovare una dimensione personale nella squadra. Vedo ancora troppi personalismi, poca circolazione di palla. È il problema di una squadra nuova che deve trovare un giusto equilibrio. Per via delle assenze stiamo avendo difficoltà a lavorare anche in dieci. Manca ancora la continuità nell’allenarci anche cinque contro cinque. Bisogna stringere i denti, trovare un equilibrio tra di noi e un modo intelligente di stare assieme. E sperare nel tempo».

Prossimi test sono in programma domani (giovedì) a Matera contro la Virtus (serie D) e poi domenica a Bari contro l’Angiulli (C Silver).