CASTELLANETA: Buono 17, Vasilev 12, Biasich 13, Berkelund 13, De Angelis 10; Tartaglia 2, Conforti, Larocca, Bentrad 2, Pancallo 2. Ne: Resta. All. Ciracì.
MONTERONI: Durini 8, Lorenzo 2, Leucci 3, Banti 6, Tarolis 10; Kelmelis 8, Castelluccio, Pallara 3, Colaci, Zacchigna 3. Ne: Greco, Vantaggiato. All. Manfreda.
ARBITRI: Procacci di Corato e Paradiso di Santeramo.
PARZIALI: 14-14, 32-20; 56-38, 71-43.
NOTE: tiri liberi: Ca 9/14, Mo 10/20; tiri da 2: Ca 13/28, Mo 9/37; tiri da 3: Ca 12/34, Mo 5/29; rimbalzi: Ca 56 (Berkelund 19), Mo 37 (Durini 8); assist: Ca 17 (Buono 11), Mo 11 (Durini 4).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il ritorno al basket giocato dopo oltre un anno di assenza per la Valentino Castellaneta è segnato da un netto successo. La prima di campionato di C Gold regala alla squadra di Lillino Ciracì una netta affermazione interna (quest’anno si gioca al PalaSassi di Matera) contro una Quarta Caffè Monteroni che paga bassissime percentuali al tiro. Per i biancorossi privi del capitano Resta, invece, dopo un primo quarto ingessato arriva una gara fatta di intensità, nella quale alla fine spiccano le individualità di Buono e Berkelund, entrambi con una “doppia doppia”, all’interno di un quintetto di partenza che va interamente in doppia cifra.

Il primo canestro della stagione lo segna Vasilev da 3. Per quasi tre minuti Monteroni sbaglia molto, e Buono in penetrazione fa 7-4. Ci vuole allora l’esperienza di Durini per pareggiare 7-7 dalla lunga distanza, mentre Kelmelis sempre da 3 firma il primo vantaggio ospite sull’8-10. Coach Manfreda, che aveva richiamato Banti già a 2 falli, perde intanto Castelluccio a causa di una fortuita botta al naso subita da Tartaglia. La VBC risponde: Berkelund è già a 8 rimbalzi e Buono riporta avanti i suoi 11-10. Risponde Kermelis, poi Tartaglia ai liberi fa 13-13.

La partita non è bellissima ma intensa. E dopo la pausa breve cresce anche l’intensità al tiro del Castellaneta: apre le danze De Angelis da 3, poi altri 3 punti di Buono, Berkelund fa la sua parte e ancora il play biancorosso dall’arco per un break di 11-0 (25-14) sul quale Manfreda chiama timeout. Tarolis interrompe la striscia avversaria con i primi 2 punti del quarto per i suoi. Vasilev colpisce ancora da lontano per il 28-15 (+13), poi Biasich in contropiede fa 30-15 che è il massimo vantaggio della prima metà di gara per un Castellaneta che va all’intervallo sul +12.

Gap che sale subito dopo l’intervallo e con Biasich da 3 arriva al ventello sul 54-34. Poi il massimo assoluto: +24 (62-38) al 32’. La Quarta Caffè appare di fatto arresa e per i biancorossi l’ultima frazione diventa solo un esercizio di gestione del vantaggio e della concentrazione prima di poter festeggiare i primi 2 punti.