Match point per la salvezza. La vittoria ritrovata dopo due mesi di assenza, quella di domenica in casa contro la Cestistica Ostuni, è arrivata nel momento decisivo della stagione, quello in cui si decide il destino di una annata. Che per la Valentino Basket Castellaneta coincide con i playout. Iniziati nel migliore dei modi, con la vittoria interna per 78-62, e che proseguono domani (giovedì) con la seconda partita della serie. Quella in cui, in caso di nuovo successo, verrebbe chiusa la pratica.

Al PalaGentile della città bianca le due squadre tornano in campo quattro giorni dopo la gara-1 che ha consegnato una Valentino finalmente convincente, con il rientro di elementi importanti come Tartaglia e Resta (out sempre De Angelis e Vasilev) e l’ottimo esordio del nuovo arrivato Sapiega, autore di 15 punti. Un match sempre condotto in vantaggio che rappresenta il primo passo di una serie che si è subito messa bene per la squadra di coach Polucci.

In caso di successo la VBC otterrebbe il secondo e decisivo punto per la salvezza. Se invece la Cestistica di Curiale dovesse riuscire a pareggiare il conto delle vittorie, allora tutto verrebbe rinviato a domenica sera nella “bella”, ancora al tensostatico di via Moro a Castellaneta. Nell’altra sfida playout la situazione è di 1-0 a favore dell’Apulia Diagnostic Mesagne contro la Lotti JuveTrani. Le squadre sconfitte delle due serie si affronteranno poi fra loro per evitare l’unica retrocessione in C Silver.

Il match tra Cestistica Ostuni e Valentino Castellaneta delle 20.30 sarà arbitrato da Stanzione di Molfetta e Laterza di Mola.