CASTELLANETA-CEGLIE, IL MATCH CLOU

Una giornata da segnare con un cerchio rosso sul calendario. I motivi sono noti ai più.

Ragioni tecniche, di classifica, di campanilismo, rendono la sfida di domenica con Ceglie un appuntamento imperdibile. A ciò si aggiungono un PalaTifo dal sicuro clima bollente e la forte rivalità tra due realtà vicine geograficamente.

Il punto della situazione. Castellaneta ha confermato il suo buon momento di forma, con gli uomini di Gaetano Compagnone nelle ultime due giornate vittoriosi con Francavilla e Cerignola. Soprattutto l'exploit in terra foggiana è fondamentale per tenere accesa la speranza di raggiungere la salvezza. Negli ultimi nove incontri sono stati sei i successi ottenuti dal team biancorosso, che ora staziona in quintultima posizione in compagnia della stessa Olimpica Cerignola, Foggia e Ruvo con 16 punti. Insomma, proprio la gara che ci voleva per tornare a casa con il morale ulteriormente elevato ed affrontare al meglio il prossimo turno.

Dall'altra parte una formazione in salute, che nell'ultimo turno ha strapazzato la cenerentola Bari. Il rendimento recente di Ceglie ha dato conferma delle ambizioni della squadra di coach Santoro, seppur evidenziando mancanze nel cammino lontano da casa. La forza dei gialloblù è rappresentata da uomini come il play Argentiero (12.2 di media), l'ala De Angelis (11.8), senza dimenticare il capitano Faggiano (14.2 punti a partita). La sessione di mercato ha registrato le partenze degli americani Mitola e Nelson, così come gli arrivi dell'ala grande Coluzzi ('94, in C a Palestrina, in B a Venafro, Francavilla e Taranto) e soprattutto della guardia statunitense Jones ('84, in Europa tra Turchia, Germania, Slovacchia, a Matera (A2) nel 13/14 con 17 punti di media), a referto all'esordio rispettivamente con 26 e 19 punti. La volontà di mantenersi nelle zone nobili della graduatoria (quarta piazza a quota 28) spingerà il roster brindisino a dare il meglio, su un parquet dove però non gli sarà certo resa vita facile.

La Valentino Basket ha preparato il match in settimana allenandosi regolarmente. Coach Compagnone, lo staff e la società valentiniana, e l'intero ambiente hanno dato stimoli ai cestisti biancorossi, dando loro fiducia e voglia di sudare per la canotta che si indossa, maggiormente in questa occasione. La posta in palio è alta, mai come stavolta per la classifica e per la voglia di avere la meglio su un antagonista storico. Perciò ci vorrà il massimo impegno e anche più per giocarsi le proprie chance e battere questo Ceglie. Missione difficile per Castellaneta, ma forse proprio per questo potrebbero giungere le motivazioni giuste e ideali per una prestazione da "leoni".

E poi c'è il PalaTifo, che dà sempre quel brivido in più. Un fattore su cui poter contare ad occhi chiusi. Uno spettacolo cestistico per i veri amanti della palla a spicchi. L'affluenza sui gradoni dell'impianto di via Aldo Moro farà registrare un colpo d'occhio impressionante, anche da parte ospite. Perciò a dimostrare la vicinanza a questi colori sono chiamati tutti gli sportivi che hanno a cuore il nome di Castellaneta e dentro di sé l'orgoglio di questa città.

Il resto lo farà la tensione che salirà con il trascorrere del tempo, fino al suo apice quando i quintetti saranno sul parquet a contendersi la palla a due.

Appuntamento al PalaTifo domenica 29 alle ore 18.15, arbitrano Ranieri di Mola di Bari (BA) e Soldano di Trani (BT).

 

Manuel Costella - Ufficio Stampa Valentino Basket Castellaneta

Valentino Basket Castellaneta © 2014 - 2016 All rights reserved | Made with ♥ by DIELLE