Serie C Gold | preview 10° giornata: è big-match al Palatifo, arriva la capolista Lupa Lecce!

Ci sono prove in cui è necessario gettare il cuore oltre l' ostacolo, in cui è necessario resettare tutto ciò che è avvenuto fino a quel momento e superarsi, per uscirne indenni. Quando arriva la capolista è un po' come quando a scuola arriva il compito di matematica più difficile, ci si può preparare quanto si vuole, ma quel giorno bisogna essere concentrati, pensare solo a ciò che si ha davanti e "azzannare" quel foglio tanto temuto nei giorni precedenti. Perché quando la si supera, quella prova, dopo non ti può fermare niente e nessuno e appare tutto in discesa

Domenica al Palatifo arriva la Lupa Lecce di coach Di Salvatore. Una corazzata, che tutti hanno provato a fermare ma che nessuno, eccezione fatta per Ruvo, ci è riuscito. Una squadra costruita con il chiaro obiettivo di azzannare il campionato, e fino ad ora i lupi del presidente Perniola non hanno deluso, come evidenzia lo score di 8-1 dopo nove giornate. Un roster profondo, capace di mandare quattro giocatori in doppia cifra in  ogni partita, e che soprattutto vanta la miglior difesa del torneo. Una squadra che ha come forza il gruppo.

Le chiavi della squadra sono in mano al play Salamina, prelevato dalla serie B dove indossava la casacca Bk2015 Teramo e che viaggia ad una media di 16.6 punti a parta (high scored 33 punti a Ruvo). Confermatissimi gli esperti Malaventura (classe 78’) e Mocavero (classe 80’), rispettivamente nei ruoli di ala-piccola e centro. Il pacchetto stranieri è, invece, composto dal bosniaco Brajkovic, ala- piccola terribile dalla lunga distanza (15.8 pt a partita) e dallo sloveno Vranjkovic, ala-forte prelevata dall’ Eagles Palermo e già vista due anni fa ad Ostuni (15 pt a partita). Pronti a dar man forte dalla panchina il play Durini, dopo le esperienze da protagonista a Nardò e Monteroni, la guardia Nolli (ex Teramo, serie B) ed i giovani Quaranta e Rizzato.

Dando un’occhiata ai numeri, si affrontano le due squadre con la miglior percentuale da tre (36% Castellaneta, 37% Lecce). Invece Lecce è la miglior squadra del torneo a rimbalzo con 32.22 a partita, Castellaneta la peggiore con 24.45.

Se si prova a dare un’ occhiata ai numeri, alla classifica siamo spacciati da ogni punto di vista. Ma il basket non è matematica, e proprio in partite come questa i numeri non contano niente. Quello che conta è la grinta, la voglia di vincere e difendere che decide chi prevale, e siamo convinti che se i biancorossi avranno la stessa fame dei match contro Ceglie e Monopoli, potranno dire la propria domenica come in tutto il campionato.

Serve il Palatifo delle grandi occasioni, ma su questo non ci sono dubbi. Palla a due domenica 9 dicembre alle ore 18:15. Arbitri del match Farina di Brindisi e Mitrugno di Mesagne (BR).

Vito Girolamo

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta

Shinystat

Valentino Basket Castellaneta © 2014 - 2016 All rights reserved | Made with ♥ by DIELLE