Si va al giro di boa. Ultima gara dell'anno per la Rospetto Castellaneta, impegnata sul parquet del Tecnoswitch Ruvo. 

I biancorossi arrivano all' appuntamento inseguendo, ancora, la tanto agognata vittoria lontano dalle mura amiche. Una squadra indecifrabile quella del subentrato coach Patella, data per favorita alla griglia di partenza, ma che ha deluso raccogliendo quattro vittorie e sei sconfitte. Una squadra ''folle'', perchè è stata capace di alternare grandi prestazioni, a prove invece davvero deludenti. Una squadra capace di infliggere l'unica sconfitta del campionato alla Lupa Lecce, oppure di battere a domicilio il Ceglie. 

Il roster vede sicuramente una delle coppie più talentuose del campionato, formata da Laquintana e Bagdonavicius. Il primo, già ammirato tante volte al Palatifo, è uno dei migliori tiratori della categoria e da anni figura nelle prime posizioni dei marcatori di serie C, senza deludere anche quest'anno con 20.5 punti di media ad allacciata di scarpe. Il lituano, nella scorsa stagione con il suo contributo ed eleganza sotto le plance, è stato uno dei maggiori artefici della promozione di Corato in B. Ruolo di vero e proprio trascinatore in questo girone di andata, rivestito dall' ala piccola Marchetti, prelevato dall' Udas Cerignola (serie B) ed amatissimo già dal pubblico ruvese. Nello spot di centro troviamo Jovic, che sta viaggiando con 10.2 punti a partita alla sua prima esperienza in Puglia. Dalla panchina subentrano gli esterni Ippedico, Di Salvia, Luzzi e l' ala forte Presentazi. 

Una squadra di talento, che sicuramente non si espressa al massimo delle sue possibilità e proprio per questo temibile più che mai. Nella bella cornice del PalaColombo, si preannuncia un match dal punteggio alto. Si affrontano, infatti, due grandi attacchi del campionato  (primo quello dei valentiniani, secondo quello ruvese) e le due peggiori difese. 

Palla a due domenica 16 dicembre alle ore 18:00. Gli arbitri del match saranno Marseglia di Mesagne (BR) e Menelao di Mola (BA). 

Vito Girolamo

Ufficio Stampa - Valentino Basket Castellaneta

Non c'è storia al Palatifo. La Rospetto Castellaneta incappa nella seconda sconfitta consecutiva, al cospetto di una Lupa Lecce affamata e spietata, capace di tirare con il 44% da tre (11/24), complice anche una difesa troppo morbida dei valentiniani. Serata nera per i biancorossi, incapaci di reagire alle scellerate decisioni arbitrali nel finale del primo periodo, privilegiando una squadra forte che sicuramente non ha bisogno di altre spinte. Mattatori della serata Salamina e Vranjkovic, 23 e 20 punti, ma prestazione nel complesso perfetta quella di una squadra che non concede nulla in entrambe le fasi di gioco. 

CRONACA- Avvio ad alta intensità al Palatifo, Petraitis ed Angelini ci portano avanti, poi Salamina da tre scrive l'8-8 al 5'. Si gioca punto a punto e si lotta su ogni possesso, Angelini da tre riporta avanti i biancorossi (16-15) all 8'. Nel finale gli arbitri decidono di prendersi la scena, e dopo aver utilizzato per tutto il primo periodo un metro evidentemente impari nelle decisioni (solo un fallo fischiato alla difesa leccese), iniziano a far piovere tecnici a sinistra e manca, dunque Lecce ne approfitta con Salamina e Brajkovic per chiudere avanti di cinque: 22-27 il punteggio.

Nel secondo quarto scende sul parquet solo Lecce, che piazza un break di 16-3 in cinque minuti e scappa via sul +18 (25-43) con Salamina che diventa un vero e proprio rebus per la difesa biancorossa. Castellaneta prova a scuotersi con Petraitis, ma sembra essere una serata di quelle in cui non riesce nulla. Lecce buca la retina sia dalla lunga che da sotto e Nolli chiude la prima metà di gara sul 33-49.

Copione identico al ritorno dagli spogliatoi: biancorossi non troppo determinati nel cercare la rimonta, rapporti compromessi con i ferri del Palatifo ed arbitraggio che da una parte fischia anche l'aria e dall' altra lascia correre di tutto. Il risultato è che Lecce continua a gestire senza troppi patemi, alla metà esatta del quarto Brajkovic trova la tripla del +18: 42-60 il punteggio. Accenno di reazione biancorossa con la tripla di Clemente e le solite penetrazioni di Petraitis, ma nel finale le triple in successione di Durini, e il tiro quasi dalla media distanza di Malaventura ma che viene segnalato da tre dalla coppia arbitrale decisamente non forma chiude il terzo periodo sul 56-74. 

Nell' ultimo periodo ritmi blandi e Lecce on fire dalla lunga distanza. Vranjkovic e Nolli scrivono il 61-84 al 3'. Ormai si segna poco, al Palatifo è puro garbage time e nel finale Mihaylov e Petraitis provano ad aggiustare le percentuali personali. E' la schiacciata del lituano a chiudere la serata: 81-98 il punteggio finale in favore di Lecce. 

ROSPETTO.COM CASTELLANETA 81- 98 GLS LUPA LECCE

CASTELLANETA: Angelini 18, Cassano 4, Clemente 12, Petraitis 33, Resta 2, Mihaylov 12, Gaudiano, Moliterni, Picaro ne, Pancallo ne. Coach Leale.

LECCE: Brajkovic 16, Malaventura 12, Vranjkovic 23, Durini 12, Salamina 20, Rizzato, Nolli 6, Colucci 1, Mocavero 8, Ambrosio ne. Coach Di Salvatore.

Parziali: 22-27; 11-22; 23-25; 25-24. 

Arbitri: Farina (BR) e Mitrugno (BR).

Note: spettatori 400 circa.

Vito Girolamo

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta

Grande prestazione per la Rospetto under 15, che al Palatifo sfodera una grande prestazione e non lascia scampo alla capolista Francavilla.

I brindisini arrivavano da imbattuti sul parquet del Palatifo, ma nulla hanno potuto contro gara ai limiti della perfezione dei ragazzi di coach Brienza, che hanno condotto il match per tutta la sua durata e che sono stati bravi nel respingere la veemente reazione ospite nell' ultimo periodo. Ottima prestazione di squadra, su tutti ottimi segnali da Leogrande (fresco di convocazione al CTF) e il neo arrivato Miccoli, autori rispettivamente di 17 e 11 punti.

I biancorossi partono fortissimo già nel primo quarto, ed il trio composto da Miccoli, Leogrande e Leone, ottima anche la prestazione di quest'ultimo, permettono di chiudere il primo periodo sul 18-10. La Rospetto Castellaneta continua ad essere solidissima in fase difensiva, e Francavilla non riesce ad entrare in ritmo. Sono Tamborrino e Antonicchio a chiudere la prima metà di gara sul punteggio di 38- 25. Al ritorno dagli spogliatoi gli ospiti cercano di rientrare in partita, ma i ragazzi di Brienza sono bravi a non disunirsi e a vanificare gli sforzi dei biancoblu, per un terzo periodo che si chiude sul 51-39 in favore dei locali. Francavilla nell' ultimo perido tenta il massimo sforzo, e nel finale riesce fino al -4, con i biancorossi che dimostrano di saper soffrire. 66-62 il punteggio di match davvero ad alti ritmi. 

ROSPETTO.COM CASTELLANETA 66-62 SOAVE FRANCAVILLA

CASTELLANETA: Abbate 4, Germano, D' Ettorre, Casarola 2, Manera 1, Tamborrino 10, Cassano, Leone 12, Leogrande 17, Miccoli 13, Antonicchio 6.

FRANCAVILLA: Ruggiero, Manigrasso, Ricchiuti 3, Camarda 13, Tafuri, Montanaro 13, Meo 9, Balestra, Devicente 2, Leone 19. Coach Cutruneo.

Parziali: 18-10; 20-15; 13-14; 13-23.

Arbitri: Lenoci (TA) e Galli (TA).

Vito Girolamo

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta

Ci sono prove in cui è necessario gettare il cuore oltre l' ostacolo, in cui è necessario resettare tutto ciò che è avvenuto fino a quel momento e superarsi, per uscirne indenni. Quando arriva la capolista è un po' come quando a scuola arriva il compito di matematica più difficile, ci si può preparare quanto si vuole, ma quel giorno bisogna essere concentrati, pensare solo a ciò che si ha davanti e "azzannare" quel foglio tanto temuto nei giorni precedenti. Perché quando la si supera, quella prova, dopo non ti può fermare niente e nessuno e appare tutto in discesa

Domenica al Palatifo arriva la Lupa Lecce di coach Di Salvatore. Una corazzata, che tutti hanno provato a fermare ma che nessuno, eccezione fatta per Ruvo, ci è riuscito. Una squadra costruita con il chiaro obiettivo di azzannare il campionato, e fino ad ora i lupi del presidente Perniola non hanno deluso, come evidenzia lo score di 8-1 dopo nove giornate. Un roster profondo, capace di mandare quattro giocatori in doppia cifra in  ogni partita, e che soprattutto vanta la miglior difesa del torneo. Una squadra che ha come forza il gruppo.

Le chiavi della squadra sono in mano al play Salamina, prelevato dalla serie B dove indossava la casacca Bk2015 Teramo e che viaggia ad una media di 16.6 punti a parta (high scored 33 punti a Ruvo). Confermatissimi gli esperti Malaventura (classe 78’) e Mocavero (classe 80’), rispettivamente nei ruoli di ala-piccola e centro. Il pacchetto stranieri è, invece, composto dal bosniaco Brajkovic, ala- piccola terribile dalla lunga distanza (15.8 pt a partita) e dallo sloveno Vranjkovic, ala-forte prelevata dall’ Eagles Palermo e già vista due anni fa ad Ostuni (15 pt a partita). Pronti a dar man forte dalla panchina il play Durini, dopo le esperienze da protagonista a Nardò e Monteroni, la guardia Nolli (ex Teramo, serie B) ed i giovani Quaranta e Rizzato.

Dando un’occhiata ai numeri, si affrontano le due squadre con la miglior percentuale da tre (36% Castellaneta, 37% Lecce). Invece Lecce è la miglior squadra del torneo a rimbalzo con 32.22 a partita, Castellaneta la peggiore con 24.45.

Se si prova a dare un’ occhiata ai numeri, alla classifica siamo spacciati da ogni punto di vista. Ma il basket non è matematica, e proprio in partite come questa i numeri non contano niente. Quello che conta è la grinta, la voglia di vincere e difendere che decide chi prevale, e siamo convinti che se i biancorossi avranno la stessa fame dei match contro Ceglie e Monopoli, potranno dire la propria domenica come in tutto il campionato.

Serve il Palatifo delle grandi occasioni, ma su questo non ci sono dubbi. Palla a due domenica 9 dicembre alle ore 18:15. Arbitri del match Farina di Brindisi e Mitrugno di Mesagne (BR).

Vito Girolamo

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta

Prova di forza della Rospetto u18 che al Palatifo non lascia scampo alla Millenium Taranto e mette un piede e mezzo nella Fase Gold del torneo. I biancorossi, infatti, in virtù della sconfitta di Pulsano a Martina e della vittoria del BAT Acquaviva su Ostuni, hanno la possibilità di conquistare il pass per la fase Gold vincendo sul parquet del fanalino di coda Putignano.

La Rospetto parte forte e si porta subito avanti giocando un’ ottima pallacanestro. Sono Larocca e Galli a chiudere il primo periodo sul punteggio di 20-14 in favore dei biancorossi. Nel secondo quarto i ragazzi di coach Brienza premono ancora più forte sull’ acceleratore e riescono a toccare anche la doppia cifra di vantaggio: le penetrazioni terribili in area di Galli chiudono i primi due quarti sul punteggio di 39-29.

Al ritorno dagli spogliatoi massimo sforzo dei tarantini che provano a riavvicinarsi con Di Tana e Taso, ma la Rospetto è brava contenere e riesce a mantenere la doppia cifra di vantaggio. Proprio nel finale Taso trova la tripla che chiude il terzo periodo sul punteggio di 56-47 in favore dei valentiniani. Nell’ ultimo quarto non c’è storia, i biancorossi alzano l’ intensità difensiva e concedono solo sei punti ai viaggianti, chiudendo il match sul +20: 73- 53 il punteggio finale.

ROSPETTO.COM CASTELLANETA 73- 53 MILLENIUM BK TARANTO

CASTELLANETA: Cirsone, Liverano 8, Galli 32, Savino 8, Lenoci, Lonardelli 7, Cellamare, Lavarra, Terrusi, Calabrese, De Bellis 9, Larocca 9. Coach Brienza.

TARANTO: Taso 13, Ingento, Petrosillo, Latorre 6, Di Tana L. 22, Di Noi, Miceli, Volpicchia 1, Bicaku, Buscicchio 4, Di Tana G. 4, Giancola. Coach Martemucci.

Parziali: 20-14; 19-12; 17-18; 17-6.

Arbitri: Matarazzo (TA) e Sasso (TA).

Vito Girolamo

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta

Appuntamento con la vittoria esterna rimandato nuovamente per la Rospetto Castellaneta, che si scioglie nel terzo periodo al cospetto di un Vieste cinico nel momento decisivo della gara. Serata nera per quanto riguarda il tiro dai 6.75 per i biancorossi (12/34), che hanno concesso troppo a quello che era fino a stasera il peggior attacco del campionato.

Un doveroso ringraziamento ai tifosi biancorossi che ci hanno seguito nella trasferta più lunga della stagione, e soprattutto agli encomiabili Ultras Castellaneta che anche stasera ci hanno fatto sentire a casa.

CRONACA - Avvio freddo dei biancorossi, che subiscono l'iniziativa di Vieste che in avvia si porta sul 7-2 grazie alla tripla di Samija. Si continua a sbagliare parecchio da ambo le parti, i biancorossi non riescono a sbloccarsi dalla lunga distanza e Sorrentino alla metà esatta scrive 10-4. La sveglia per gli uomini di coach Leale arriva dalle mani di Moliterni e Clemente, che in contropiede rimettono in equilibrio le sorti del match, poi Angelini impatta sul 12-12 all' 8'. Samija nel finale si prende i suoi sulle spalle, ma la tripla di Angelini ed il libero di Resta permettono ai valentiniani di chiudere avanti: 17-18 il punteggio.

Si continua a giocare sul filo dell' equilibrio nel secondo periodo, poi Clemente e Petraitis riportano Castellaneta sul +3 (31-34) dopo cinque minuti, in un match gradevole e dai ritmi alti. Gaudiano prova a romperlo, il filo dell' equilibrio, con la tripla del +4 (35-39) all' 8' ma Simeoli e Sorrentino non ci stanno ed impattano nuovamente. Nel finale la Valentino riesce a raccogliere il massimo e con i tre liberi di Clemente chiude avanti di cinque: 41-46 il punteggio all' intervallo.

Al ritorno è veemente la reazione di Vieste guidata da Simeoli, e dopo tre minuti Ljubisa dalla media trova il 49-49. Ne viene fuori un terzo periodo punto a punto e pieno di sorpassi e controsorpassi, con un ottimo Clemente per i valentiniani. La tripla di Gaudiano all' 8' sembra far balzare l'inerzia in favore dei biancorossi, ma è solo un' illusione perché arriva immediatamente la risposta dalla lunga distanza con Compagnoni, e nell' ultimo minuto Vieste scappa via chiudendo avanti addirittura di 6: 72-66 al 30'.

Anche in avvio di quarto periodo i garganici sono caldissimi dalla lunga distanza, e Lauriola e Simeoli trovano il massimo vantaggio: 80-69 dopo tre minuti. Gli ospiti sembrano non averne più, ed ecco che sale in cattedra Petraitis che prova a suonare la carica riportandoci a -6 (80-74) al quinto minuto. Vieste non si disunisce, continua ad avere grandi percentuali e con i soliti Lauriola e Ljubisa si riporta a distanza di sicurezza: 89-77 quando mancano due minuti. L'ultimo sussulto valentiniano arriva dalla mani di Petraitis, ma servirà solo a rendere meno amara, si fa per dire, la sconfitta: 91-86 il punteggio finale.

SUNSHINE BASKET VIESTE 91- 86 ROSPETTO.COM CASTELLANETA

VIESTE: Sorrentino 13, Samija 22, Compagnoni 6, Ljubisa 20, Simeoli 15, Hoxha, Lauriola 16, Ragno, Gimma ne, Castriotta ne. Coach De Santis.

CASTELLANETA: Angelini 17, Clemente 18, Gaudiano 14, Petraitis 23, Mihaylov 6, Moliterni 7, Resta 1, Picaro, Cassano ne, Pancallo ne. Coach Leale.

Parziali: 17-18; 24-28; 31-20; 20-20.

Arbitri: Ceo (BA) e Mazzilli (BA).

Note: spettatori 200 circa con rappresentanza ospite.

Vito Girolamo

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta

Arriva quel momento del campionato in cui bisogna fare quel passo che ti permette di uscire definitivamente dalle sabbie mobili. Quel passo più lungo, che può dare una svolta al campionato. Quel passo che significa "osare". Perché è arrivato il momento di osare per questa Rospetto Castellaneta, che sembra aver incanalato, finalmente, sui binari giusti questa stagione e dopo aver trovato stablità tre le mura amiche, con tre vittorie consecutive, cerca la prima gioia fuori casa.

L' avversario, per la nona giornata del campionato di C Gold, sarà il Sunshine Vieste del giovane ma ormai esperto coach Desantis che da anni è al timone della compagine foggiana. Un roster, quello dei garganici, martoriato dagli infortuni in questo inizio di stagione, ma che proprio domenica prossima dovrebbe essere per la prima volta al completo.

Roster che vede le conferme di Compagnoni, play che sta viaggiando con la media di 10.1 punti a partita, Lauriola (classe 99') giovane ma già con un invidiabile bagaglio d' esperienza della categoria e Ljubisa Markovic, centro puro che ha vissuto un inizio travagliato a causa degli infortuni, ma che quando Vieste ha vinto c'è sempre stato e ci ha sempre messo il suo zampino. Inizio travagliato dagli infortuni anche per il nuovo acquisto Sorrentino, guardia tiratrice che solo da due giornate è a piena disposizione di coach Desantis. Il miglior terminale offensivo è, invece, l'ala piccola Dominik Samija, esterno con grandi capacità nell' arresto e tiro ma che allo stesso tempo sa infilarsi nelle difese come un coltellino nel burro.

Una gara che si preannuncia complicata, sicuramente dal punto di vista logistico (è la trasferta più lunga della stagione), ma soprattutto perché troveremo una squadra affamata ed arrabbiata, essendo reduce da tre sconfitte consecutive. Non devono ingannare i numeri, che vedono in Vieste il peggior attacco del campionato, perché come già detto domenica prossima per la prima volta i garganici saranno al completo.

Per i biancorossi l'unico assente sarà il lungo degente Carucci, che però ha già iniziato le terapie per il rientro sul parquet. La squadra è carica, e vuole dare una svolta a questo campionato, consapevole del fatto che sarà un match più che ostico.

La cornice sarà quella dell' Omnisport di Vieste, dotato da quest' anno di parquet. Palla a due domenica 2 dicembre alle ore 18:00, dirigeranno il match Ceo di Bari e Mazzilli di Corato (BA).

Vito Girolamo

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta

Vincere non è importante, è l' unica cosa che conta. Perchè si può giocar bene quanto si vuole, ma è solo la vittoria quella che ti da i due punti ed è solo la vittoria che riporta davvero il sorriso sulla bocca dei tifosi, della squadra, insomma di tutto l' ambiente. L'abbiamo provato domenica scorsa, sulla nostra pelle, perchè nonostante si era giocato benissimo, si era sicuramente contenti ma a metà.

Sette giorni dopo però la Rospetto Castellaneta non sbaglia, dà continuità a quella crescita ammirata nelle ultime settimane e costringe Altamura ad inseguire per tutta la gara. Perchè 86 punti alla miglior difesa del campionato non si fanno per caso, perchè finalmente si gioca e si difende di squadra. Perchè questa squadra dimostra, finalmente, di saper soffrire nei momenti di difficoltà.

Due punti d'oro, che riportano il team di coach Leale nuovamente fuori dalla zona rossa e che permettono l'aggancio al settimo posto, in coabitazione proprio con Altamura, Ruvo e Vieste, avversaria di domenica prossima.

CRONACA - Buon avvio dei biancorossi, che dopo quattro minuti si portano già sul +8 (10-2) con la tripla di Mihaylov. Altamura continua faticare nella ricerca della via del canestro, e Castellaneta continua a colpire in transizione e dalla lunga distanza: la tripla del solito Petraitis scrive il 15-7 al 6'. Nel finale, dopo qualche tentativo di riavvicinamento dei murgiani con De Bartolo, Barozzi si becca un antisportivo e Castellaneta ne approfitta per tornare a distanza e chiudere sul +9 il primo periodo: 27-18 il punteggio.

In avvio di secondo periodo show biancorosso dalla lunga distanza , Moliterni e Resta scrivono il 40-27 dopo quattro minuti. Altamura prova a rientrare, toccando il - 9 con Spampinato sugli scudi, ma Mihaylov ristabilisce le distanze con il 2+1 che scrive il 45-31 al 6'. Nel finale qualche disattenzione di troppo a rimbalzo e alcune palle perse in maniera banale dei biancorossi permettono ad Altamura di rosicchiare qualche punto con Trevisan e Castoro nel finale: 53-41 il punteggio all' intervallo.

Avvio di terzo periodo con tanti errori da ambo le parti, poi al 2' viene fischiato un quarto fallo a dir poco dubbio a Petraitis, che deve temporaneamente lasciare il parquet. Si segna poco, e Resta al 4' dalla lunetta scrive il 57-44. Gli ospiti continuano a non avere un ottimo feeling con il canestro, e Castellaneta rimane a distanza di sicurezza grazie allo step back da tre di Angelini all' 8' (64-48). Negli ultimi minuti gli ospiti si scuotono e con le triple di Castoro e Vignola si riportano a - 12: 68-56 a fine terzo periodo.

L' attacco biancorosso inizia a risentire dell' assenza di Petraitis ed entra in crisi: gli ospiti con Radovic si portano a - 8 (68-60) al 3'. Nel momento più difficile è il break di 4-0 di Gaudiano a dare ossigeno puro all' attacco dei locali, che alla metà esatta del quarto si riportano sul +11 (73-62). Altamura dopo un minuto rientra clamorosamente sul - 6 con la tripla di Castoro. Tocca a Petraitis e Clemente sbrogliare la matassa, riportando i padroni di casa sul +10 (77-67) dopo sette minuti. Poi inizia un' inutile caccia all'uomo di Barozzi, che prima stende Petraitis e poi Clemente. Caccia all' uomo inutile perchè Altamura rientrerà massimo fino al -5 con il 2+1 di Radovic, e nel finale sono proprio Clemente e Petraitis a chiudere i conti: 86- 76 il punteggio finale.

ROSPETTO.COM CASTELLANETA 86 - 76 LIBERTAS ALTAMURA

CASTELLANETA: Angelini 13, Clemente 12, Gaudiano 6, Mihaylov 19, Petraitis 20, Picaro 2, Cassano, Moliterni 6, Resta 8, Pancallo ne. Coach Leale.

ALTAMURA: Radovic 13, Rey Prado 13, Spampinato 14, Trevisan 4, De Bartolo 9, Castoro 11, Vignola 5, Barozzi 7, Casareale ne, Castellano ne. Coach Cotrufo.

Parziali: 27-18 (27-18); 53-41 (26-23); 68-56 (15-15); 86-76 (18-20).

Arbitri: Calisi (BA) e Di Vittorio (BA).

Note: spettatori 600 circa.

Vito Girolamo

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta

La formazione Under 15 biancorossa in trasferta a Pulsano per la 4^ giornata di campionato. 

Persa l’ imbattibilita’ la scorsa settimana a Statte i ragazzi di coach Brienza dovranno subito riscattarsi anche se il campo del Pulsano non è mai stato tanto semplice. 

I biancazzurri attualmente a 4 punti in classifica come la nostra formazione, frutto di una sconfitta, la prima a Francavilla per 53:36 e due vittorie contro Manduria per 63:38 e a Taranto contro la Ricciardi per 33:69.

La marcia della Rospetto U15 è pressoché uguale con le due vittorie iniziali e la rocambolesca sconfitta a Statte che ne tolse il primato. 

La classifica del girone E: Soave Francavilla 4, Limongelli Pulsano 4, Millenium Taranto 4, Edén Boys Statte 4, Rospetto Castellaneta 4, Ricciardi Taranto 0, Vis Nova Messapica 0, Robur Brindisi 0.

 

LIMONGELLI PULSANO vs ROSPETTO U15 

Palazzetto dello Sport - ore 16:30.

Arbitri: Villani Mattia di Pulsano e Dimito Aldo di Taranto

 

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta 

Dopo una sconfitta come quella di domenica scorsa puoi scegliere tra due strade. Puoi imboccare quella del rimpianto, di piangerti addosso per due punti buttati all' aria dopo una grande partita contro una delle più forti del campionato. Oppure, invece, puoi imboccare quella della consapevolezza di potertela giocare con tutti, anche sui parquet più difficili, e dare continuità a quella crescita ammirata nelle ultime uscite.


E' la seconda la strada giusta, quella che deve imboccare la Rospetto Castellaneta che domenica tra le mura amiche del Palatifo si troverà di fronte la Libertas Altamura di coach Cotrufo.

L'ossatura del roster murgiano è rimasta pressoché invariata, con le conferme dei veterani e a dir poco fondamentali Radovic, De Bartolo, Vignola e Barozzi. Rinforzi sotto le plance, con l'arrivo dalla spagna del centro Norman Rey (12.7 pt a partita) e di Riccardo Trevisan, prelevato invece da Costa Volpino (serie B). A dar man forte, in cabina di regia, è arrivato Michele Castoro dopo la promozione in serie B con Corato. Ultimo arrivo l'ala forte Andrea Spampinato, secondo miglior marcatore con 11.1 punti di media ad allacciata di scarpe.

La vera forza di questa squadra è la difesa, come da tradizione, la migliore del campionato con 464 punti subiti (66.3 pt di media). Impietoso il confronto con la difesa valentiniana che è invece di gran lunga la peggiore, con 622 punti subiti e 88.9 di media a partita. Decisamente meglio in attacco il team di coach Leale, con una media di 80.6 punti di media all'attivo, contro i 70.7 dei murgiani.

Match di vitale importanza per i biancorossi, che devono ritrovare la vittoria in un campionato, come da pronostico, con una classifica cortissima e che raccoglie sette squadre in due punti.

Palla a due domenica 25 novembre alle ore 18:15. Per il match fischietti baresi, infatti dirigeranno il match Calisi di Monopoli (BA) e Di Vittorio di Ruvo di Puglia (BA).

Vito Girolamo

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta

Shinystat

Valentino Basket Castellaneta © 2014 - 2016 All rights reserved | Made with ♥ by DIELLE