Ieri sera è scomparso Stefano Antohi, storico presidente della S.S. Basket Castellaneta, al cui nome sono legati gli anni più importanti della storia cestistica di Castellaneta, con la partecipazione ai campionati di serie B.

La Valentino Basket riparte dalla conferma di Dani Gaudiano. 

Tutti pronti per la sfida di giovedì sera! 

Un’altra emozionante gara che tutta Castellaneta attende per sognare la vittoria, si la vittoria per portare i giochi alla bella domenica prossima.

Diciottesima ed ultima “battaglia“ per la formazione Under 14 Élite di coach Fabio Perrone, nel pomeriggio andrà in trasferta a Francavilla. 

Dopo la bellissima prova, la scorsa settimana, a Foggia (3^ in classifica) persa solo dopo un tempo supplementare, i ragazzi saranno chiamati a giocare un’ altra gara col massimo impegno e con la consapevolezza di poter avere grandi margini di miglioramento, occasione già quest’ oggi!

Di fronte ci sarà il buon Francavilla, allenato da coach Carlos Sordi, anche se privo del fortissimo Thomas Palazzo, quest’ ultimo impegnato al Trofeo delle Regioni 2018. All’  andata gli imperiali si imposero al Palatifo costruendo il vantaggio soprattutto nel 1^ periodo, alle 17:00 per la rivincita.

Sarà una gran bella gara!

 

Palestra San Francesco - ore 17:00 - Francavilla (BR).

Arbitri: Bavaro Luigi ed Eramo Roberto entrambi di Brindisi.

 

Ufficio Stampa e Comunicazione - Valentino Basket Castellaneta

 

Vincere per continuare ad essere padroni del proprio destino, è questo l’obiettivo primario della Vbc di coach Leale in vista della sfida con Altamura che sarà l’ultima casalinga della regular season. Vincere per difendere quel settimo posto tanto sudato e meritato nel corso della stagione dagli assalti di Ruvo in primis, ma anche di Monteroni e Mola che sulla carta sono quelle che hanno il calendario più facile rispetto alle altre squadre in corsa per la griglia playoff.

La brutta sconfitta di Monteroni fortunatamente non ha compromesso la classifica della Valentino che ora ha a distanza di poche ore subito l’occasione per riscattarsi facendo emergere la grinta e la cattiveria agonistica dopo il -21 in terra leccese.

Di certo l’avversario opposto ai biancorossi sarà una delle squadre meglio attrezzate di questo campionato, la Libertas Altamura che dopo qualche stagione da metà classifica quest’anno ha rilanciato con un progetto ambizioso e sicuramente sino a questo momento ha ben figurato, raggiungendo il quarto posto in classifica mostrando una grande compattezza soprattutto tra le mura amiche del Palapiccinni, dove per ultima è caduta la capolista Ceglie con un sonoro 86-67.

 

La squadra affidata a coach Ambrico è ripartita dalle sapienti mani di Milos Radovic in cabina di regia, che insieme alla guardia tiratrice De Bartolo ed il centro Barozzirappresentano lo zoccolo duro della formazione altamurana da qualche stagione.

 

I nuovi innesti sono stati tutti giocatori di qualità, ad iniziare dalla guardia-ala Monacelli che sta disputando un’ottima stagione, tiratore mortifero in uscita dai blocchi che insieme a De Bartolo forma una delle coppie di tiratori più temibili del campionato.

 

Tanti kg e centimetri anche sotto canestro, con lo straniero Vukovic che può ricoprire sia il ruolo di 4 che di 5, con un gran bagaglio tecnico di movimenti sia nel gioco spalle che fronte a canestro.

 

Area pitturata affidata al centro italiano Biagini, altro giocatore con mezzi fisici importanti che sta confermando quanto di buono fatto vedere la scorsa stagione in C gold a Manerbio. Qualità anche dalla panchina per coach Ambrico, che può contare principalmente su Vignola come cambio esterni, e sul veterano Barozzi come cambio lunghi.

 

La Vbc di coach Leale è pronta a voltare pagina e lo staff tecnico è già al lavoro per preparare l’insidiosa sfida infrasettimanale, con i ragazzi che domani rientreranno in palestra per le ultime indicazioni tecnico-tattiche in vista dell’importante sfida che li aspetta, una classica per il basket pugliese di serie C.

 

Il teatro di questo derby che si preannuncia ricco di spunti interessanti sarà il Palatifo che dovrà essere una bolgia per spingere i ragazzi castellanetani ad una vittoria che potrebbe significare molto in chiave playoff, per evitare di dover poi iniziare a sperare nei risultati delle altre squadre per raggiungere il miglior piazzamento possibile.

 

Coach Leale dovrebbe recuperare Sakalas e Moliterni mentre rimane in dubbio la guardia Patella, in ogni modo sara’ una partita entusiasmante!

 

Valentino Basket Castellaneta vs Libertas Altamura

Palatifo ore 20:00

 

Arbitri: Marseglia di Mesagne e Rodi di Brindisi.

 

Ufficio Stampa e Comunicazione - Valentino Basket Castellaneta

Una sconfitta quella di Monteroni che potrebbe essere ininfluente in termini di play off quando mancano due gare alla fine della regular season.

87:66 il finale in terra salentina equilibrando la stessa differenza canestri della gara di andata quando al Palatifo i valentiniani si imposero per 94:73.

Coach Leale decide di tenere a riposo Sakalas per l’ intero match (molto attenta la valutazione rischi post infortunio dello staff tecnico/sanitario) e Giambo, mentre in tribuna sempre per infortunio Patella; quintetto di partEnza composto da Buono, Resta, Gaudiano, Cassano e Fontaine.

L’ approccio al match è disastroso, la difesa è completamente disorientata in aggiunta ad un attacco sterile (spesso anche sfortuna per via di errori al tiro da sotto) mentre Monteroni affonda da ogni dove.

Fontaine realizza al 6^ il primo canestro castellanetano ma siamo già sull’ 11:2. Entrano Pancallo e Carucci con quest’ ultimo che si mette subito in mostra (14 i punti finali con 5/5 da 2, 1/2 da 3, 1/2 ai liberi, 3 rimbalzi in 22 minuti) ma è ancora un Monteroni in palla che chiude sul 23:9 alla prima sirena. 

Stesso copione nel 2^ periodo, la VBC non si sblocca e viene colpita più volte dall’ arco. Intervallo 47:20.

Terzo periodo piu‘ equilibrato ma difficile pensare ad una rimonta se non nella parte finale (61:39), un meno 22 che poteva ridare piccole speranze,  ma Leucci, poi Durini e Latella infilano 4 bombe che fanno male! 73:44.

Ultimo periodo con coach Leale che chiede ai suoi (non si sa mai) di ridurre il gap ai 21 punti come nell’ andata, sapendo di avere la miglior differenza totale dei canestri, e mandare matematicamente la VBC ai play off.

Tirare su il meglio nel peggio di giornata! Coach Leale ed il suo Staff ci sono riusciti, saranno play off!

Ma non è finita, mancano due gare con la prima mercoledì sera contro la Libertas Altamura per tentare di rosicchiare ancora posizioni in classifica.

 

Ufficio Stampa e Comunicazione - Valentino Basket Castellaneta

 

 

 

 

Siamo giunti al fotofinish, 3 giornate alla fine, gli ultimi 6 punti in palio che però possono rivoluzionare l’andamento di un’intera stagione.

 

Tantissimi scontri diretti, soprattutto in chiave playoff nelle ultime giornate, e tra questi c’è sicuramente quello tra Monteroni e la VBC, con i padroni di casa in un gran momento di forma e reduci da un’incredibile vittoria sul difficile parquet della capolista Ceglie dopo un tempo supplementare.

 

Monteroni è in nona posizione (ultima utile per i playoff) a -6 dalla VBC, ma ha il calendario dalla sua parte con la trasferta sulla carta fattibile in quel di Martina alla penultima giornata ed il derby casalingo con Lecce all’ultima giornata.

 

Questo significa che i padroni di casa faranno di tutto a partire da domenica per migliorare la loro posizione e consolidarsi in zona playoff, anche per coronare un girone di ritorno pazzesco con 9 vittorie e 3 sconfitte sino a questo momento. Un campo ormai divenuto molto ostico quello di Monteroni, dove sono cadute tante nobili di questo campionato, tra cui ultimamente Corato ed Ostuni.

 

Servirà una grande prova di forza alla VBC per tornare con i 2 punti dalla trasferta leccese, contro una squadra che ha trovato i suoi equilibri dopo il rientro dell’esterno Leucci al termine del girone d’andata e l’innesto del giovane play greco Tsatas a gennaio, permettendo così al leccese Federico Durini di giocare molto più da guardia sfruttando le sue grandi doti offensive al tiro da 3 punti, che lo fanno uno dei terminali offensivi più pericolosi con 14.5 punti di media ed un notevole 37% dalla lunga distanza.

 

I migliori realizzatori gialloblù sono l’esterno Latella, utilizzato anche come numero 4 tattico in alcuni frangenti, altro grande tiratore ed il lungo straniero Ljoljic, giocatore di 212 cm con un grande bagaglio tecnico, dall’1c1 al tiro alla corsa. Altro elemento di grande esperienza per il quintetto di coach Sandro Argentieri è il veterano Antonio Chirico, ala grande ritornata a Monteroni dopo la promozione dalla C1 alla B di qualche stagione fa, che sta disputando un’annata positiva.

 

Chiude il roster monteronese il locale Errico, play-guardia che si sta dimostrando molto utile alla causa. Da segnalare poi la presenza di un buon serbatoio delle giovanili da cui attinge coach Argentieri, grazie anche alla collaborazione del responsabile del settore giovanile che è entrato a far parte dello staff tecnico come assistente.

 

Per la VBC non è stata certo una settimana facile, con più di qualcuno che non ha potuto svolgere a pieno il programma di allenamenti previsto da coach Leale.

Ma questo non può e non deve essere un alibi per capitan Resta e compagni, chiamati ad un’ennesima impresa per tornare a casa con i 2 punti e continuare a far sognare Castellaneta ed i suoi tifosi.

 

 

Ufficio Stampa e Comunicazione - Valentino Basket Castellaneta

Cala il sipario sul derby della 12^ giornata di ritorno. La Valentino Basket Castellaneta balza al settimo posto e fa capolino nei quartieri nobili della classifica.

Vincere per ipotecare i playoff: questo è l’obiettivo per la partita di domenica della Valentino Basket di coach Leale, che avrà di fronte la Valle d’Itria Basket Martina per uno storico derby tarantino. Servirà tutto l’appoggio del Palatifo per dare continuità all’importantissimo successo di Lecce, perché in caso di vittoria Vbc e contemporanea sconfitta di Monteroni sul campo della capolista Ceglie i playoff saranno matematici con 3 giornate d’anticipo, sicuramente un grande risultato considerando il roster giovane ed i programmi di inizio stagione.

 

In viale Aldo Moro giungerà una Martina decisamente rivoluzionata rispetto al derby d’andata, perché in seguito al disimpegno di alcuni sponsor principali, così come annunciato dal presidente Schiavone in una nota ufficiale di qualche mese fa, la squadra di coach Terruli si è vista costretta a ridurre il budget e così sono andati via gli stranieri Presutti e Mikaslaukas, il primo tornato in Canada ed il secondo andato alla Dinamo Brindisi in serie D.

 

E’ andato via anche il forte esterno Braa, che è stato addirittura il primo ad abbandonare il gruppo. Sono rimasti invece gli altri due elementi del quintetto di inizio stagione, ovvero Angelo Prete e Fabio Argento che sono attualmente i due leader offensivi della squadra martinese, con medie punti che spesso superano i 20 punti ciascuno.

 

A fare da spalla ai due principali terminali offensivi c’è l’esperienza del veterano Gianfranco Valentini sotto le plance e la voglia di fare bene e mettersi in mostra di molti giocatori del settore giovanile, dal play Vincenzo Terruli allo straniero BojanMatic, da Alessandro Caroli al classe 2000 Luca Cassano, omonimo del nostro Luca.

 

Squadra ostica, che nelle ultime partite ha pagato dei secondi tempi a volte non ottimali, ma che spesso ha subito parziali troppo severi rispetto al valore espresso in campo. Perché stiamo parlando di una squadra che ha chiuso in vantaggio il primo quarto ad Ostuni ed è stata in partita per quasi tre quarti sul campo di Ceglie, facendo leva proprio sulla vena offensiva dei più esperti e della grinta ed aggressività dei giovani a disposizione di Terruli. Vietato guardare la classifica degli avversari (ultimi a 4 punti con 0 vittorie nel girone di ritorno) per la Valentino che ha già iniziato la settimana di avvicinamento al derby agli ordini di coach Leale con la voglia e determinazione di sempre.

 

Sarà una giornata fondamentale quella di domenica anche per via delle difficili trasferte in cui saranno impegnate le dirette avversarie della Vbc, con Ruvo di scena sul campo della seconda in classifica Monopoli e Mola che andrà a far visita alla terza Corato; difficile impegno anche per Francavilla sul campo di una Vieste in ottimo stato di forma, mentre Altamura sarà di scena a Santeramo nel derby murgiano. Match casalingo infine per Ostuni che affronterà proprio la Lupa Lecce che la Valentino ha sconfitto domenica scorsa.

 

VALENTINO BASKET CASTELLANETA vs VALLE D’ITRIA MARTINA

Domenica 18 Marzo ore 18:15 Palatifo.

 

Ufficio Stampa e Comunicazione - Valentino Basket Castellaneta

 

 

Dopo la sconfitta sul campo di Ceglie Messapica, la Valentino Basket si ritrova a dover affrontare la seconda trasferta consecutiva a Lecce e ritrova subito il feeling con la vittoria e mette un’ ipoteca sui play off.

 

Quella del PalaVentura era tra le più impronosticabili gare in programma nella 26esima giornata di campionato, considerato il valore dei due roster e l’ obiettivo da raggiungere da entrambe le compagini a 5 partite dal termine della regular season.

 

Il match è stato pieno di colpi di scena con le due squadre che non hanno mai smesso di lottare, ma alla fine il colpo del Ko è stato sferrato dai valentiniani che a 2 minuti e 45 dal termine, sotto di 7 lunghezze, hanno piazzato un break di 15-0 mettendo la Lupa al tappeto. L’ennesimo quarto quarto da incorniciare per la VBC di coach Leale.

 

Ma andiamo alla cronaca della partita. 

 

Per la Lupa Lecce lo startingfive è composto da i 2 senatori Mocavero e Malaventura, e dai temibilissimi Ferilli, Sirena e Paiano; gli ospiti schierano il quintetto classico di questa stagione con gli esterni Buono, Resta e Fontaine e sotto canestro Sakalas e Cassano. Proprio quest’ultimo apre le marcature per la VBC dopo che Lecce si era portata sul 5-0 con un appoggio di Sirena (25 p. e 6 r.) e una tripla di Mocavero (14 p. e 7 r.). Castellaneta a metà quarto prova a scappare con la tripla di capitan Resta e gli unici 3 punti di uno spento Sakalas, lo strappo avviene per il 17-26 di fine primo quarto.

 

Nella seconda frazione coach Leale gioca la carta Scarati per far rifiatare Buono e Moliterni per Cassano. Ed è proprio il giovane play castellanetano che regala l’assist a Moliterni (16 p. e 4 r.) per la bomba del 17-31 a cui farà seguito un parziale di 7-0 firmato da Paiano e Lasorte. Coach Leale chiama time out e chiede più intensità difensiva ai suoi e Resta (10 p. e 4 r.) lo prende in parola andando a recuperare un pallone e concludendo in appoggio con canestro e fallo per il tiro libero aggiuntivo. Si va negli spogliatoi per la pausa lunga sul 37-40.

 

Nella seconda metà di gara si accende la sfida a colpi di tatticismi tra i due allenatori, la difesa della Lupa cambia in continuazione e la Valentino va nel pallone. 14-1 di parziale e strigliata da parte di Leale. A recepirne il messaggio è un incontenibile Fontaine (26 p. e 3 r.) che con 12 punti in 4 minuti ricuce il gap mentre Renato Buono (26 p., 12 r. e 7 a.) continua a smistare assist per i compagni.

Paiano cattura il terzo rimbalzo offensivo della partita e subisce fallo. Dalla lunetta fa 2 su 2 a 1.15 minuti dalla fine, ma poi sarà Moliterni a chiudere il quarto con il piazzato da 3 del 62 a 64 VBC.

 

L’ultimo quarto è un susseguirsi di emozioni, la Valentino cerca di mettere fuori partita Malaventura con la box and one, ma saranno Sirena e Colella a tirare le redini della squadra. Dall’altra parte Buono è incontenibile (ennesima doppia doppia stagionale per lui) e cerca di chiudere il solco scavato da una bomba di tabella di Malaventura e da canestro e tiro libero aggiuntivo di Mocavero per l’83 a 76.

 

Ma è proprio questo il momento in cui si vede la forza e la perseveranza dei biancorossi. A dare una mano a Castellaneta è Colella che si fa rubar palla da Buono e commette fallo antisportivo sullo stesso play materano lanciato a canestro. Il copione è lo stesso 30 secondi dopo quando commette il secondo antisportivo ai danni di capitan Resta. 4 su 4 dalla lunetta. Ancora Resta per il meno 1 a 1.34 dal termine, poi un missile terra aria di Fontaine fa esplodere di gioia i circa 80 sostenitori al seguito della VBC, 83-85Lasorte a 34 secondi dalla fine cerca la tripla del nuovo vantaggio ma si spegne sul ferro, Moliterni cattura il rimbalzo e subisce fallo. Dalla lunetta è glaciale, fa 4 su 4 e sigla i titoli di coda con la schiacciata finale del definitivo 83-91.

 

Adesso restano da giocare altre 4 “finali” per poter agganciare la miglior posizione possibile nella griglia play off. Domenica si torna al Palatifo e ospite di giornata è il fanalino di coda Martina Franca. La vittoria significherebbe play off matematici, ma soprattutto meritati per la squadra del presidente Granito.

 

PALL. LUPA LECCE - VALENTINO BASKET CASTELLANETA 83-91 (17-26, 37-40, 62-64)

 

TABELLINI:

LECCE: Sirena S. 25, Malaventura M. 15, Mocavero M. 14, Paiano A. 9, Colella M. 8, Ferilli G.5, Lasorte A. 5, Quaranta G. 2, Zezza G.Rizzato A. ne, Passante A. ne, 
All.re: Rizzato.

TL: 14/19, T2P: 21/40, T3P: 9/27

 

CASTELLANETA:  Buono R. 26, Fontaine A. 26, Moliterni G. 16, Resta F. (K) 10,Cassano L. 8, Sakalas G. 3, Gaudiano C. 2, Scarati G.Pancallo C.Patella V., Carucci G. e Lonardelli P. ne.
All.re: Leale.

TL: 16/24, T2P: 18/39, T3P: 13/34

 

1o arbitro: Farina Valaori Fabrizio di Brindisi (BR) 

2o arbitro: Galluzzo Davide di Brindisi (BR)

 

Spettatori: 300 circa 

 

 

Ufficio Stampa e Comunicazione - Valentino Basket Castellaneta

Valentino Basket Castellaneta © 2014 - 2016 All rights reserved | Made with ♥ by DIELLE