Scocca l' ora del derby jonico in serie C Gold.

Per la terza giornata le uniche due squadre tarantine del massimo campionato regionale si affronteranno arrivando al match con sentimenti praticamente opposti: da una parte l'avvio disastroso  dei biancorossi di coach Leale, in cerca di rilancio. Dall'altra parte il Cus Jonico Taranto di coach Caricasole, in cerca di conferme dopo la  bella vittoria a Ruvo, che è costata la panchina a coach Corvino. 

Dopo il ripescaggio in C Gold, a causa della rinuncia dell' Udas Cerignola, i tarantini hanno allestito un roster di ottimo livello. In cabina di regia da Ostuni è arrivato il play Baraschi, giocatore veloce con buona visione di gioco e che non disdegna il tiro da tre. Nel ruolo di guardia, troviamo la punta di diamante del roster tarantino, il lituano Simaitis prelevato da Castelonovo (C Gold) dove ha messo a segno 16.6 punti di media ad allacciata di scarpe, poi Gianluca Pannella reduce da una stagione all' OSA Milano (C Silver), infine il confermato Matteo Giovara (classe '96). Sotto le plance l'altro colpaccio messo a segno in estate, ovvero il centro lettone Artur Dusels, ammirato l'anno scorso con la casacca della NP Ceglie, e che dunque non ha bisogno di presentazioni. A completare il reparto lunghi, sempre dalla città messapica, è arrivato Luca Martignago (207 cm), mentre dal Green Bk Palermo (C Silver) è arrivato il centro Alessandro Tabbi. Roster completato, infine, dai giovani Mastropasqua, Bitetti e Massagli. 

Per i biancorossi settimana travagliata, con la conferenza stampa del presidente Granito, nella quale si è assunto tutte le responsabilità dell'avvio difficile dei valentiniani. Valentiniani che hanno visto il rientro a pieno regime di Petraitis, qualche defezione invece per Ljoljic, alle prese con una leggera contusione al ginocchio, che non dovrebbe però tenerlo lontano dal parquet nel derby. E' arrivato il momento di dare una spinta decisiva a questo campionato, e non può esserci occasione migliore di un derby.

Si giocherà sabato 20 ottobre alle ore 18:00, al Palafiom in via Golfo di Taranto. Gli arbitri del match saranno Ranieri di Mola di Bari (BA) e De Carlo di Lequile (LE). 

Vito Girolamo

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta

Altro giro altro disfatta per la Rospetto Castellaneta, che ad Ostuni soccombe in maniera netta e senz' alibi.

Sufficiente solo la prestazione del primo quarto, poi gli uomini di coach Leale hanno inspiegabilmente staccato la spina. Nel terzo periodo è arrivato il pesantissimo parziale che ha affossato definitivamente i biancorossi, apparsi incapaci di reagire alla veemenza dei padroni di casa, che ad onor del vero non hanno neanche giocato un match irresistibile, ma ciò è bastato per infliggere un passivo davvero troppo pesante. 

CRONACA - Dopo cinque minuti Ostuni è già avanti di 8 (14-6) con la tripla di Teofilo, poi Moliterni prova a suonare la sveglia con due triple consecutive. Ljoljic dalla media trova il -2 (16-14) al settimo, ed è ancora il croato a scrivere il pari (18-18) ad un minuto dalla fine del primo periodo che si chiude con i biancorossi avanti: 19-20 il punteggio.

Dopo quattro minuti di black out ospite, con Ostuni che si riporta avanti trascinata da Fiusco, la tripla di Clemente sembra riportare l'inerzia a favore degli ospiti, con Cassano che trova il canestro che ristabilisce la parità (25-25) alla metà esatta. Altro black-out ospite, altro parziale di Ostuni che con Manchisi e Teofilo riesce a chiudere avanti addirittura di 8 punti, nonostante non si veda in campo una pallacanestro "spumeggiante": 35-27 il punteggio all' intervallo. 

Dagli spogliatoi escono solo i padroni di casa che aumentano i giri e si ritrovano già sul +13 (45-32) dopo solo tre minuti. Da qui Castellaneta smette di giocare a pallacanestro, e Ostuni ne approfitta per aumentare il divario che alla fine sarà davvero pesante per i biancorossi: 92-64 il punteggio finale. 

Serve un cambio di rotta, soprattutto nella mentalità, perchè nei momenti di difficoltà bisogna essere squadra. Momenti di difficoltà che in un campionato come questo arriveranno inevitabilmente spesso, ma non si può e non si deve staccare la spina così. Bisogna ancora una volta resettare tutto, rialzarsi tutti insieme e reindirizzare sulla strada giusta questa stagione. Già da sabato prossimo, nel derby tutto jonico contro il Cus Taranto. 

CESTISTICA OSTUNI 92 - 64 ROSPETTO.COM CASTELLANETA (19-20; 16-7; 31-24; 26-23)

OSTUNI: Latella 23, Manchisi 8, Caloia 17, Kadzevicius 9, Teofilo 8, Leggio 2, Fiusco 20, Bruno 5, Semerano, Petraroli. Coach Romano.

CASTELLANETA: Angelini 10, Cassano 6, Gaudiano 5, Ljoljic 8, Moliterni 12, Picaro, Carucci 6, Clemente 3, Petraitis 9, Resta 5. Coach Leale.

Progressivi: 19-20; 35-27; 66-41; 92-64.

Arbitri: Procacci (BA) e Stanzione (BA).

Usciti per falli: nessuno. Tecnico panchina (VBC).

Note: spettatori 400 circa con nutrita rappresentanza ospite.

Vito Girolamo

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta

Dopo un esordio tanto complicato, quanto inaspettato, è tempo di guardare avanti per la Rospetto Castellaneta. 

La prima occasione di riscatto arriva dal PalaGentile, contro i padroni di casa della Cestistica Ostuni, in un match che si preannuncia tutt' altro che agevole. I gialloblu di coach Coco Romano sono difatti una delle formazioni candidate a navigare nelle zone alte della classifica. L' hanno dimostrato nel derby contro Ceglie, in cui hanno venduto cara la pelle e nonostante l'infortunio del centro Leo dopo solo sei minuti, è stato necessario un over time per consegnare la vittoria ai messapici. 

Dopo la deludente passata stagione, vera e propria rivoluzione nel roster della città bianca. Conferma in panchina per coach Coco Romano, mentre in campo solo Tanzarella e Caloia hanno rinnovato la fiducia della dirigenza. Le chiavi della regia sono state affidate al lituano Kadzevicius (classe '91), play versatile dotato di un buon tiro dalla distanza. Pacchetto stranieri completato dal pivot Vallejo (classe '95), assente nelle prima uscita stagionale. Un reparto lunghi che può vantare varie soluzioni, avendo a disposizione anche l'intramontabile Lillo Leo, che però ha rimediato un infortunio nel derby e dunque in dubbio per domenica prossima. Nella prima giornata l' apporto più importante è arrivato però dalle guardie Manchisi e Fiusco, autori rispettivamente di 25 e 19 punti, dimostratosi spietati se fatti entrare in ritmo. In settimana, infine, è stato ufficalizzato il ritorno del veterano Teofilo (ala forte da 202 cm). 

Per i biancorossi, è tempo di mandare segnali positivi alla piazza, dopo la disfatta di domenica. Si torna in quel PalaGentile, dove l'anno scorso fu apoteosi dopo la vittoria dei play-offs, per un match che si preannuncia piacevole sia sul parquet che sugli spalti, visti i buoni rapporti tra due delle tifoserie più calde della categoria. 

Palla a due prevista domenica per le ore 18:00, al PalaGentile gli arbitri del match saranno Procacci di Corato (BA) e Stanzione di Molfetta (BA). 

Vito Girolamo

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta

Comincia male, anzi malissimo, l'avventura della Rospetto Castellaneta nel campionato di C Gold. 

Francavilla si impone di forza al Palatifo, piazzando già nel primo periodo il break che i biancorossi non riusciranno mai a recuperare. Biancorossi che sono apparsi disorganizzati e spenti, al cospetto di una squadra che è venuta al Palatifo con il coltello fra i denti giocando una gara ai limiti della perfezione. Palle perse in maniera banale, conclusioni affrettate e difesa troppo molle sono il connubio negativo che ha permesso ai brindisini di fare l' impresa. 

Lo starting five mandato in campo da coach Leale è composto da Angelini, Cassano, Petraitis, Resta e Ljoljic. Coach Vozza per i viaggianti risponde con Dison, Argentiero, Mazzarese, Sirena e Serpentino.

CRONACA- E' Petraitis ad aprire le danze con i primi tre punti della serata, poi il primo break ospite di 0-12 avviato da Sirena ed Argentiero fa capire subito che tipo di serata sarà: 3-12 il punteggio dopo quattro minuti. I meccanismi offensivi dei padroni di casa appaiono inceppati e Francavilla ne approfitta per scappare via sul +9 (6-15) al sesto. Nel finale la Valentino prova a scuotersi con le triple di Angelini e Clemente, ma Argentiero sul gong finale trova la tripla che, se ancora non fosse chiaro, conferma che non sarà una serata ''rosea'' per i padroni di casa: 14-28 il punteggio a fine primo periodo.

In avvio di secondo quarto i venti sembrano inziare a soffiare finalmente a tinite biancorosse, con la tripla di Moliterni di tabella che da vita al break di 7-0 che riporta i biancorossi a -7 (21-28) dopo solo due minuti. Per qualche minuto si galleggia tra il -9 ed il -7, con i biancorossi che sembrano rimettersi definitivamente in careggiata con i liberi di Resta (33-38) al 7', ma sarà solo un' illusione perchè l'ennesimo break ospite li riporta a +13 (33-46) quando mancano due minuti. Continuano i pasticci in fase offensiva, e Francavilla con Mazzarese sugli scudi chiude addirittura avanti di 16: 37-53 il punteggio all' intervallo. 

Al ritorno degli spogliatoi ci si aspetta la reazione, ma invece Castellaneta fa addirittura peggio. Dison e Serpentino propiziano il parziale che porta Francavilla avanti di 24 (43-67) dopo quattro minuti. Per qualche minuto l'attacco biancorosso smette completamente di segnare, e i risultati sono drammatici: all'ottavo minuto Sirena scrive il +32 ospite (43-75).  Nel finale è poi Clemente dalla lunga distanza a trovare gli ultimi tre punti di un impietoso terzo periodo: 51-80 il punteggio.

Ultimo quarto di garbage time. Solo nel finale i biancorossi riescono a scuotersi un po', trascinati da Angelini, Carucci e Clemente. Il tabellone finale dirà 87-104. 

Siamo solo alla prima giornata, ma serve già un cambio di rotta. In un campionato ostico come quello della C Gold, occore lottare su ogni centimetro, curare ogni dettaglio e la Rospetto Castellaneta stasera non lo ha mai fatto. Bisogna rialzarsi subito, tutti insieme, e con l' aiuto dello splendido pubblico visto al Palatifo, non sarà così difficile. Domenica ci aspetta un' altra battaglia, in quel Palagentile di Ostuni che rievocherà ancora splendidi ricordi, ma ora non si può più vivere di ricordi!

ROSPETTO CASTELLANETA 87 - 104 BASKET FRANCAVILLA (14-28; 23-25; 14-27; 36-24)

CASTELLANETA: Angelini 15, Cassano 3, Petraitis 20, Resta 6, Ljoljic 7, Picaro 2, Moliterni 9, Gaudiano 2, Clemente 13, Carucci 10. Coach Leale.

FRANCAVILLA: Argentiero 22, Dison 22, Serpentino 4, Sirena 20, Mazzarese D. 19, Calò 5, Iaia 8, Eletto 4, Mazzarese M., Cannalire. Coach Vozza.

Usciti per falli: nessuno.

Arbitri: Paradiso (BA) e Balice (BA).

Note: spettatori 600 circa con buona rappresentanza ospite. 

Vito Girolamo

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta

 

Dove eravamo rimasti? Ah si, Ferentino. E' appena finita Castellaneta- Genova, ci stiamo giocando la serie B, e la vittoria contro gli audaci ragazzi del Cus Genova ha il classico sapore del '' to be continued''. Ma invece sarà solo una flebile illusione, il giorno dopo i ragazzi che apparivano solo audaci ma niente di più, sfoderano dal cilindro un' impresa contro la corazzata Alfa Catania, o che almeno al nostro cospetto era apparsa tale. Il sogno finisce qui, si chiude un capitolo epico della storia cestistica castellanetana, che avrebbe meritato un lieto fine ma pazienza.

Domenica si apre però un nuovo capitolo, quello della nuova Rospetto Castellaneta che parteciperà alla nuova C GOLD. Per la prima volta infatti, la Puglia avrà diritto ad una promozione diretta in serie B, senza passare dagli spareggi interregionali.

Scherzetto del destino e del calendario. Si ripartirà proprio da dove si era finito in Puglia. L'esordio sarà proprio contro il Basket Francavilla, avversaria dell' epica finale giocata davanti ad 800 spettatori, che ha tenuto col fiato sospeso la Puglia per una settimana, e che ha fatto capire cos'è per i pugliesi la pallacanestro.

I protagonisti in campo però saranno diversi, perché i brindisini hanno attuato una vera e propria rivoluzione nel roster. Una delle poche conferme riguarda la panchina, che ha visto la conferma di coach Vozza, mentre per quel che riguarda il roster conferme solo per Iaia, Mazzarese, Calò ed Eletto. In cabina di regia, per sostituire il nostro Angelini, è arrivato il play americano Dison che ha viaggiato a 25 punti di media nella passata stagione a Rende (C Silver). Sotto le plance l'altro straniero, il bulgaro Mihaylov (ala forte di 202 cm), coadiuvato dal ritorno a casa del centro puro Serpentino. Dalla più vicina Ceglie è arrivata la guardia tiratrice Argentiero, mentre dalla Lupa Lecce Stefano Sirena (17 pt di media la scorsa stagione). Una squadra completa, pronta a dire la sua, in un campionato che si giocherà sul filo dell' equilibrio.

La Rospetto Castellaneta, dopo un pre-campionato travagliato a causa degli infortuni, sarà finalmente al completo e pronta a far ribollire di passione il Palatifo. Un Palatifo che si preannuncia già caldissimo, dopo un' entusiasmante campagna abbonamenti, e che dovrà essere come non mai sesto uomo in un campionato dall'alto tasso di difficoltà.

Palla a due alle 18:15, al Palatifo di viale Aldo Moro gli arbitri del match saranno Paradiso di Santeramo (BA) e Balice di Molfetta (BA).


Vito Girolamo

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta

Secondo posto finale per la Rospetto Castellaneta nella decima edizione del Memorial " Drago, Salvatore e Stendardi ". Per i biancorossi, orfani di Petraitis e Cassano tenuti a riposo in via precauazionale, è arrivata una vittoria contro i salentini della NP Monteroni ed una sconfitta contro la Libertas Altamura, che ha chiuso sul gradino più alto del podio. 

Il primo match, andato in scena tra Monteroni ed Altamura, ha visto prevalere proprio i murgiani di coach Cotrufo. Dopo un primo tempo equilibrato, con Monteroni che chiude avanti di 3 punti (13-16), è Norman Rey a portare in fuga Altamura che vincerà addirittura con un distacco di 13 punti: 39-26 il punteggio del tabellone finale, forse fin troppo severo per i tarantolati. 

Nella seconda gara, arriva il turno della Rospetto Castellaneta, che sfida Monteroni. Le squadra si mostrano già in piena forma campionato, dando vita ad un match dai ritmi alti che diverte il pubblico del Palatifo. Nella fila biancorosse sono Angelini e Clemente i più in palla, con quest' ultimo che trova sulla sirena la tripla del 25-23 di fine primo tempo. Nella seconda frazione dopo vari sorpassi e controsorpassi, è Moliterni a chiudere i conti con un rimbalzo offensivo e conseguente canestro, sul punteggio di 46- 42.

Dunque è l' ultimo match, tra Rospetto Castellaneta ed Altamura, a decidere il vincitore. Partenza positiva per il quintetto di coach Leale, che trascinato ancora da un ottimo Clemente , chiude avanti il primo mini- tempo sul +5: 23-18 il punteggio. Nella seconda frazione Altamura è più determinata, concede molto meno in fase difensiva, e riesce a piazzare il break che difatti chiude il match: 35-43 il punteggio finale, che piazza Altamura sul gradino più alto del podio. 

Nel finale premiazione e momento più toccante della serata, in cui il ricordo dei tre dirigenti biancorossi scomparsi si è fatto più intenso. Poi i premi individuali, che hanno visto protagonisti Norman Rey (mvp), Marclo Clemente (miglior realizzatore), Drigo (miglior realizzatore under) e Carucci (mvp under). 

Con il classico appuntamento pre-season archiviato, non può che iniziare il countdown all' esordio ufficiale in C Gold contro Francavilla. Si ricomincia proprio da dove si era finito. 

Vito Girolamo

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta

Si va verso l’ esordio con la prima formazione giovanile biancorossa, infatti sara’ l’ under 18 di Coach Scarano ad esordire al Palatifo martedi 23 Ottobre contro l’ Ostuni. 

Prima trasferta sarà mercoledì 30 Ottobre a Pulsano con la gara delle ore 20:00. 

A breve la Fip divulghera‘ il calendario Under 15 per le gare della seconda formazione biancorossa allenata anch‘ essa da Coach Scarano. 

 

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta 

La Rospetto Castellaneta è pronta ad ospitare il "Memorial F.Drago, F.Salvatore e A. Stendardi", dedicato a tre dirigenti della palla a spicchi castellanetana, alla quale si sono sempre dedicati con immisurabile passione e senso civico.

Franco Salvatore, "il segretario della B2", uomo di sport da sempre vicino alla pallacanestro valentiniana, sin dai tempi della presidenza di Tommaso Valente (anni '80), deceduto il 20 gennaio 2008 in un tragico incidente stradale.
Franco Drago, deceduto il 13 aprile 1990, dirigente del settore giovanile, la cui assiduità e il cui impegno per le giovani generazioni è ormai diventato proverbiale.
Alberto Stendardi, deceduto il 4 ottobre 2000, dirigente, economo e finanche presidente della gloriosa S.S. Basket Castellaneta.

Il memorial, giunto alla sua 10° edizione ed ormai consueto appuntamento pre-campionato, vedrà quest'anno la partecipazione di altre due formazioni di C Gold: N.P. Monteroni e Libertas Altamura.

La Libertas Altamura, che ha affidato la propria panchina al materano Cotrufo, è stata una delle protagoniste del mercato estivo. Dopo le conferme degli ormai veterani Radovic, Vignola, De Bartolo e Barozzi, i murgiani hanno piazzato colpi ambiziosi. Da Corato è arrivato Michele Castoro, ammirato l'anno scorso a Corato, mentre dalla spagna Norman Rey, centro di origini iberiche. Il roster è poi stato chiuso dall' arrivo dell' ala grande Spampinato. Pre- campionato positivo quello della Libertas Altamura, che ha registrato tre vittorie ai danni di Ruvo (C Gold), Virtus Molfetta (C Silver) e NM Corato (serie D); l'unica sconfitta invece contro l' Asd Molfetta (C Silver).

La NP Monteroni si presenta con un roster alquanto rivoluzionato. Confermato coach Argentieri, i tarantolati hanno dovuto salutare elementi di spicco come Ljoljic (grande ex della serata) e Leucci, partito invece alla volta di Ceglie. Conferme solo per Chirico ed Errico, oltre a quelle dei giovani Quarta e Pallara. Il pacchetto stranieri ha visto l'arrivo di Adekunie e Rauyps, oltre al ritorno a casa di Gianmarco e Lorenzo Calasso. Mentre nelle ultime ore c'è stata l'ufficialità di Drigo, giovane ala-forte ma già con un grande bagaglio d'esperienza alle spalle. Dunque un roster giovane ma che si preannuncia competitivo per la prossima stagione.

Regolamento:

Il torneo si svolgerà in tre partite da 20 minuti. Ogni partita sarà divisa in due tempi da 10 minuti con intervallo di 5 minuti. In caso di parità si procederà con tempo supplementare da 5 minuti. Tra una partita e l'altra saranno rispettati 20 minuti di intervallo per consentire sgombero del campo e riscaldamento. Ogni formazione può chiedere 3 sospensioni totali per ogni partita, più una per eventuale tempo supplementare. Si esce per falli al compimento del terzo personale, ed è possibile inserire 12 giocatori a referto. Vince il trofeo chi vince più partite. In caso di parità chi ha la migliore differenza canestri totale. In caso di assoluta parità di differenza canestri si procede con serie di tiri liberi.

Appuntamento a domenica 30 settembre, con la prima palla a due alle ore 17:00, tra le due formazioni ospiti. Di seguito il programma completo:

1° Partita – Libertas Altamura vs Np Monteroni, ore 17.00;
2° Partita – Rospetto Castellaneta vs Perdente 1° Partita, ore 18.00;
3° Partita – Rospetto Castellaneta vs Vincente 1° Partita, ore 19.00.

A seguire Premiazione.

Vito Girolamo

Press and comunication Office - Valentino Basket Castellaneta

Una finale dall’ alto contenuto agonistico contro il Mola che alla fine e nei momenti di bagarre riesce a spuntarla vincendo la coppa più grande.

D’ altro canto i valentiniani nel loro miglior momento (3^ periodo) recuperano lo svantaggio di 7 punti e si portano sul +7 ma nel finale di periodo un paio di errori grossolani portano il Mola al pareggio grazie anche ad una serata di grazia del lungo Cairns che si fa notare per la miriade di bombe da 3, quasi tutte a segno. 

Angelini, Resta, Petraitis, Moliterni e Ljoljic lo starting five di coach Leale ma è il Mola che parte forte e sul 10:2 dopo 3 minuti è subito time out di coach Leale. Si riprende ma Cairns (mvp del torneo) ne mette una dietro l’altra, Angelini serve Petraitis e sono subito 2 bombe del lituano ad accorciare, coach Castellitto continua a chiedere il pressing alto e ad alzare al massimo l’ intensità difensiva. 

Con un Angelini in forma smagliante (25 punti, 6/9 da 3 e 6 assist) che centra dalla propria metà campo il tiro sulla sirena per il 28:23.

Petraitis costretto ad uscire per 3 falli, la gara è molto fisica ma il metro arbitrale non si allinea ai contatti in campo, alla Rospetto non riesce più volte l’ aggancio e si va all’ intervallo sul 44:39.

Terzo periodo che si apre con il tabellone che vede un meno 8, ma Marco Clemente non ci sta, difende forte, recupera palloni, ne mette un paio da 3 e serve assist ai compagni, l’ ultimo in contropiede per Ljoljic che schiaccia per il sorpasso 49:51 al 24’, si va anche sul +7 al 27’, poi solo bagarre e la confusione penalizza uno dei momenti di gioco più belli della stagione, 67:67 dopo 30 minuti.

Rientra Petraitis ma il lituano che già avvertiva un leggero fastidio muscolare non produce gli effetti sperati, coach Leale prova a ricambiare le carte, c‘è un piccolo gap di 4-6 punti da recuperare, ci prova Moliterni ed è ferro, ci prova dall’ angolo Cairns ed è la bomba che fa esplodere il PalaPinto, nel finale i biancoazzurri gestiscono e portano a casa il trofeo. 

Buon Mola che ha giocato una delle migliori gare in questa pre season ma la Rospetto e’ a tratti devastante. Nei prossimi giorni si cercherà ancora di migliorare con il lavoro in palestra, domenica prossima sarà a Castellaneta il memorial Drago, Salvatore e Stendardi con altre due compagini di C Gold: Altamura e Monteroni. 

Finale Mola New Basket 2012 vs Rospetto Castellaneta

 

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta 

 

 

La Rospetto Castellaneta vince e diverte il piccolo pubblico castellanetano accorso a Mola.

I ragazzi di coach Leale mostrano un gran bel gioco e soprattutto una grande forma atletica contro un Basket Club Cerignola che nonostante il ritardo della condizione fisica si presenta con le chiare carte di poter fare bene anche contro team di categoria superiore.

La gara viene aperta come al solito da Petraitis ma il connanzionale ofantino Gvezdauskas risponde a suon di bombe, Angelini è un continuo crescendo (9 assist in totale) e Moliterni realizza dall’ arco. Si sbaglia poco e niente da entrambi i fronti per un primo periodo 31:32 che fa divertire il pubblico ma non coach Leale.

Secondo periodo da show con Petraitis che mostra tutto il suo potenziale e spara anche da 3 (6/10 in 25’), Angelini per un no-look da applausi (33:49 al 15’) e Moliterni che mostra un gran stato di forma (25 punti in 31’), Resta e Clemente alzano l’ intensità in difesa e sono applausi anche per Carucci che si beve qualcuno lì sotto mostrando una grande personalità, 46:64 all’ intervallo. 

La Rospetto piace e si diverte ma cresce anche Jonikas, il pivot di coach Santoro prova a far rientrare in gara i suoi, ma Ljoljic e Moliterni mantengono le distanze in sicurezza, 73:85. 

Ultimi 10 minuti con gioco molto più libero, molte le energie spese nel caldo PalaPinto, oramai l’identità di squadra che inizia a prendere forma, certo ci sarà ancora da lavorare e migliorare ma la nuova Rospetto comincia a piacere.

Questa sera ore 20:00 la finale del XXIII trofeo Vito Pinto contro il New Basket Mola che nell’ altra semifinale vince contro l’ AP Monopoli per 77:70. 

 

Basket Club Cerignola - Rospetto Castellaneta 90:104.

Parziali: 1^ 32-31; 2^ 14-33; 3^ 27-21; 4^ 17-19.

 

Tabellino Rospetto: Angelini 9, Moliterni 25, Gaudiano 2, Petraitis 33, Carucci 7, Ljoljic 15, Resta 7, Picaro, Clemente 6, Lonardelli ne, Pancallo ne. All. Leale, Voltasio, Minafra.

Tabellino Basket Club Cerignola: Pirrone 7, Gvezdauskas 27, Lobasso 8, Potì 13, Jonikas 26, Romano, Ulano 9, Russo ne, Curci ne, Daniello ne. All. Federico Santoro.

 

Press and Comunication Office - Valentino Basket Castellaneta 

Shinystat

Valentino Basket Castellaneta © 2014 - 2016 All rights reserved | Made with ♥ by DIELLE