CASTELLANETA, E' DISFATTA NEL DERBY IONICO

Domenica, 19 Febbraio 2017

Si conferma il momento più difficile della stagione quello di una Valentino Basket Castellaneta che, sul neutro del PalaMazzola di Taranto, soccombe nel derby ionico contro un non irresistibile Martina che ora fa sentire davvero il fiato sul collo.

Se ci si aspettava una reazione d'orgoglio, dopo una settimana già difficile con le notizie del -3 e dell'addio di Rotundo, si è rimasti pienamente delusi perchè la Valentino ha risposto con una prestazione disastrosa sotto tutti i punti di vista, partendo dalla voglia di lottare arrivando alle rovinose percentuali ( 39% da 2, 12% da 3 e solo 29 rimbalzi a dispetto dei 41 totalizzati dai martinesi). 

Lo starting five mandato sul parquet da coach Compagnone è composto da Buono, Resta D, Gaudiano, Wright-Nelson e Novovic. Coach Terruli risponde con Larizza, Leonzio, Lasorte, Argento e Nwokoye. 

Eppure l'inizio aveva lasciato ben sperare, con una VBC concentrata e determinata che dopo cinque minuti trovava il +4 (15-11) con Novovic. Nella seconda metà di periodo la fase offensiva degli ospiti continua a vacillare e ad apparire disordinata, quindi i valentiniani sembrano riuscire a gestire il vantaggio con gli ispirati Nelson e Novovic, ma proprio nel finale Martina rosicchia qualche punto arrivando fino al -2 con Argento e Leonzio, per un primo periodo che si conclude sul punteggio di 21-19. 

Nel secondo periodo Martina si mette a zona e Castellaneta entra in crisi totale, rivedendo quelli che erano i fantasmi dell'andata. La palla comincia a girare al piccolo trotto, e nessuno riesce a penetrare, costruendo dunque sempre tiri con poche pretese. Gli arancio-blu al contrario cominciano ad attaccare con maggiore concretezza, colpendo più volte dalla lunga distanza con Lasorte e Leonzio, per una prima parte di quarto che vede il perfetto equilbrio, poi Martina attua il sorpasso concludendo addirittura avanti di 5 all'intervallo: 35-40 il punteggio. 

Al ritorno dagli spogliatoi il canovaccio della gara non cambia, con l'evidenti difficoltà valentiniane ad attaccare la zona, ma anche Martina non si dimostra brillante in fase offensiva, con il solo Krolo a trovare punti nella prima metà. Ne scaturisce un terzo periodo con basse percentuali e brutto da vedere, con gli arancio-blu che provano la fuga toccando anche il +10 con la tripla di Lasorte. I biancorossi continuano ad inseguire cercando di riportarsi a contatto, senza però ottenere grandi risultati, poi nel finale è la tripal di Nelson restituire un minimo di entusiasmo: il terzo periodo si conclude sul 45-52.

L'ultimo periodo vede una VBC stanca e demotivata, che non riesce mai ad impensierire realmente un Martina, che come già detto in precedenza, non si dimostra irresistibile ma semplicemente più cinico soprattutto dalla lunga distanza. Se nei primi cinque minuti Castellaneta cerca di restare attaccata alla partita, nella seconda parte del quarto stacca completamente la presa lasciando completamente la scena ai martinese che chiuderanno i conti toccando anche il +13 con Krolo. Sarà Nelson a trovare gli ultimi due punti della contesa: 56-67 il punteggio finale.

Sconfitta pesante sia dal punto di vista della classifica che da quello emotivo per i biancorossi, con il tredicesimo posto che ora appare un miraggio e con Martina alle calcagne. Proprio ora però serve l'unione dell'ambiente e il sostegno di tutti i tifosi, che anche al termine del match hanno fatto sentire la propria vicinanza, remando tutti insieme verso l'obiettivo della salvezza. L'occasione giusta per ripartire si presenta già domenica prossima, nel match contro il già retrocesso Adria Bari, in cui la vittoria è più che obbligatoria. 

VALENTINO BASKET 56-67 VALLE D'ITRIA MARTINA

Valentino Basket: Buono 3, Gaudiano, Resta D. 8, Wright-Nelson 23, Novovic 19; Scarati 3, Resta G., Cassano L., Patella. Ne: Martemucci. All. Compagnone.

Valle D'Itria Martina: Lasorte 14, Leonzio 12, Larizza 8, Nwokoje 6, Argento 10; Krolo 17, Russo, Caroli. Ne: Cassano G., Terruli. All. Terruli.

Parziali: 21-19; 35-40; 45-52; 56-67.

Arbitri: Mitrugno di Mesagne (BR) e Sancilio di Brindisi.

Usciti per falli: Buono. Tecnico a Buono e Lasorte.

Note: spettatori 200 circa.

Vito Girolamo - Ufficio Stampa Valentino Basket Castellaneta

CASTELLANETA-MARTINA, IL DERBY E' ALLE PORTE

Giovedì, 16 Febbraio 2017

Ultimo scorcio di stagione per la Valentino Basket.

IL DERBY IN CAMPO NEUTRO

Martedì, 14 Febbraio 2017

La Valentino Basket Castellaneta comunica che, in pieno rispetto dei parametri chilometrici e di omologazione richiesti, la gara di Serie C Silver con Martina Franca si disputerà sabato 18/02 alle ore 19.00 sul campo neutro del PalaMazzola di Taranto.

Nell'occasione saranno come sempre validi gli abbonamenti. Biglietto intero a 4€, ridotto (ragazzi 14-18 anni) a 2€, gratuito per gli under 13.

 

Manuel Costella - Ufficio Stampa Valentino Basket Castellaneta

Avvio immacolato per coach Massaro nella fase Silver con la sua under 16, che coglie la seconda vittoria in altrettante partite.

Match difficile ed equlibrato quello andato di scena al Palatifo, con i biancorossi che hanno avuto la meglio solo sul fin di sirena con Addabbo che ha segnato il libero decisivo a tre secondi dalla fine, dopo che Monopoli era avanti di sette punti a quattro dal termine. 

Lo starting five schierato da coach Massaro è composto da Putignano, Liverano, Lonardelli, Caprioli e Addabbo. 

L'avvio è equilibrato, poi gli ospiti tentato la prima mini-fuga con Mandriota, ma nel finale ci pensa Caprioli con una tripla e un lay-up a riavvicinare i suoi fino al -4: 15-19 il punteggio con cui si chiude un primo periodo difficile per la formazione valentiniana. Nel secondo periodo persiste l'equilbrio tra le due squadre, con Castellaneta che riesce a mandare a referto tutto il quintetto, mentre dall'altra parte è Cavaliere a prendersi i suoi sulle palle. Sono Lonardelli e Caprioli a permettere alla VBC di chiudere a contatto all'intervallo: 35-37 il punteggio.

Al ritorno dagli spogliatoi è Monopoli a premere forte sull'accelleratore, con il solito Mandriota trascinatore, toccando il massimo vantaggio di +7 (50-57) con cui si conclude il terzo periodo. E' nell'ultimo periodo che esce fuori il cuore dei ragazzi di coach Massaro, che negli ultimi quattro minuti riescono nell'impresa di recupare il gap di 7 punti, con De Bellis, Caprioli e Addabbo che a tre secondi dalla fine segnerà il libero decisivo: 70-69 il punteggio finale. 

VALENTINO BASKET 70-69 AP MONOPOLI

Valentino Basket: Putignano 2, Liverano 7, Saracino 2, Galli, Lonardelli 14, Caprioli 16, Terrusi, Hoxha ne, Lavarra ne, Addabbo 14, De Bellis 10. Coach Massaro.

Ap Monopoli: Carbotta, Indolfi ne, Menna, Belantuono 4, Fiume 4, Damasco 13, Menna, Palmatessa 10, Mandriota 19, Cavaliere 6. Coach Cavaliere.

Parziali: 15-19; 35-37; 50-57; 70-69.

Arbitri: Pocognoni (TA) e Scrimieri (TA).

Vito Girolamo - Ufficio Stampa Valentino Basket Castellaneta

 

 

Superato il giro di boa, si è giocata ieri la 1^ prima del girone di ritorno del campionato Under 14 Elite. Per la Valentino trasferta in quel di Lecce per affrontare la New Basket di coach Roberta Scialpi. 

PRIMA DIVISIONE, VITTORIA DI CUORE CONTRO MOTTOLA

Lunedì, 13 Febbraio 2017

Nell'8a giornata (prima di ritorno) di Prima Divisione, si sfidavano Valentino Basket Castellaneta B e New Sporting Mottola. Per i padroni di casa assenti per motivi personali Petrella, Lamanna, Colavito e Sanarico. I mottolesi invece si presentavano al completo potendo contare sull'esperto pivot Sponsale.

Alla palla a due partenza sprint dei padroni di casa e 4-0 firmato Galli (esordio stagionale per il laertino) e D'Andrea. Dopo qualche minuto di appannaggio per entrambe le squadre è Basile a sbloccare i suoi prima impattando sul pari e poi segnando il canestro del vantaggio. Si segna con il contagocce nella prima frazione, merito delle buone difese da ambo le parti. Al 10' è perfetta parità (10-10).
La seconda frazione si apre con la prima mini fuga per i valentiniani: Galli dall'arco segna la tripla del 16-12. Ma Sponsale, coadiuvato dai fratelli Caragnano suona la carica. Break di 7-0 e punteggio ribaltato. In una partita fatta da molteplici capovolgimenti di fronte, ne approfittano i locali che danno la giusta svolta per andare in vantaggio all'intervallo. Sorino e De Gioia chiudono il quarto sul +3: 26-23.

Al rientro sul parquet sono ancora i locali a cercare l'allungo decisivo. Picaro con due buone giocate sotto canestro regala il +7 (30-23). Ennesimo break ospite (non sarà l'ultimo della mattinata) con la tripla di Romanazzi e i canestri da dentro il pitturato di Sponsale. Mottola nuovamente in vantaggio di una lunghezza a qualche minuto dal termine del quarto. Dopo il time out la Valentino B rientra con capitan Di Pippa, e il cambio ripaga subito. Difesa super per il pivot/ultras biancorosso e 4pt consecutivi da sotto consegnano il nuovo vantaggio. Poi ci pensa D'Andrea con un contropiede a chiudere la frazione sul 40-35. Negli ultimi 10' succede di tutto. Il Mottola prova nuovamente a tornare in partita e ci riesce: Sponsale guadagna falli preziosi in attacco, e trasforma tutti i liberi. 42 pari e partita che sembra ancora lunghissima e che fa presagire al peggio viste le ultime sconfitte avutesi negli ultimi minuti di gioco. Da qui ne fa le spese Galli che si vede fischiare un fallo tecnico per proteste. Dopo il time out la Valentino B guidata dal play Rotolo (recuperato in extremis a mezzo servizio causa infortunio) trova la giusta grinta. Una difesa attenta non concede più nulla al pivot mottolese Sponsale; in attacco invece due belle azioni concluse dallo stesso play e da D'Andrea oltreai liberi di Picaro regalano il +6 (50-44) a 2' dal termine. Gli ospiti ci provano ancora con Caragnano D., ma è De Gioia a chiudere la pratica con 5pt consecutivi. Alla sirena finale il punteggio dice 55-48!

Una gara per gli ospiti giocata forse sottovalutando un po l'avversario, pensando chissà al +29 dell'andata. Per i biancorossi invece una vittoria cercata, voluta e conquistata con il cuore e che fa morale per il proseguo del campionato. Ora partita da archiviare subito, cercando di pensare gia alla prossima quando si farà visita alla Dynamic Taranto (sabato 18 Febbraio ore 18:30), una squadra composta da parecchi giocatori di esperienza. Il Mottola invece dovrà affrontare in casa la capolista Rutigliano.

VALENTINO BASKET B 55-48 NEW SPORTING MOTTOLA

Parziali: 10-10; 16-13 (26-23); 14-12; 15-13 (29-25).

Valentino Basket B: Sorino 4, Fortunato, Di Pippa 6, D'Andrea 10, Galli 10, Montrone, Natuzzi, De Gioia 10, Picaro 7, Rotolo F. 8.

New Sporting Mottola: Gravina n.e., Agrusti 2, Caragnano D. 8, Salerno, Sponsale 17, Romanazzi 5, Chiarelli n.e., Caragnano G. 8, Basile 6, Scarano 2.

Arbitri: Lenoci di Massafra (TA) e Gaballo di Gioia del Colle (BA).

Ufficio Stampa Valentino Basket Castellaneta

VBC, NON RIESCE LA RIMONTA AD OSTUNI

Domenica, 12 Febbraio 2017

Sfuma nel finale la rimonta di una Valentino Basket Castellaneta che insegue per tutta la gara ad Ostuni, rimanendo però sempre in partita e uscendo comunque a testa alta dall'impianto ostunese. 

I biancorossi infatti dopo aver concluso a -14 la terza frazione, sono riusciti ad arrivare anche fino al -2 ad un minuto dalla fine, ma nel finale un incontenibile Smith ed alcune decisioni scellerate degli arbitri hanno impedito di completare l'impresa. 

La Valentino basket si schiera con il quintetto composto da Buono, Rotundo, Gaudiano, Wright-Nelson e Novovic. Coach Carolillo per Ostuni risponde con Smith, Mihalich, Manchisi, Teofilo e Vorzillo.

I ritmi in avvio non sono altissimi, quindi Teofilo e Mihalic provano a rompere gli equilibri scrivendo il +3 ostunese (9-6) alla metà del quarto. Castellaneta entra in partita trascinata da Nelson, che attua il sorpasso trovando la tripla del +2 (13-15) dopo sette minuti, ma la risposta dei locali arriva con Teofilo e Smith, prima che Rotundo chiuda la prima frazione sul punteggio di 18-16 in favore di Ostuni. 

Ostuni parte con un altro passo nel secondo periodo, e già dopo due minuti è sul +10 (28-18) con Vorzillo. Gli ospiti provano a ricucire lo strappo con la tripla di Resta G. e i punti di Buono, tornando a -4 (30-26) al quinto minuto, poi i padroni di casa riprendono la via della fuga trascinati dai soliti Smith e Vorzillo che scrivono il 40-28 ad un minuto dalla fine. E' poi la tripla da distanza siderale di Resta D. a concludere la prima metà di partita sul punteggio di 40-31, riportando anche un minimo d'inerzia dalla parte dei biancorossi. 

Nel terzo periodo è un continuo elastico tra il +11 e il +9 per Ostuni, poi Vorzillo dalla lunetta fissa il punteggio di 47-35 dopo quattro minuti. La VBC riesce ad arrivare a -9, poi Ostuni tocca il massimo vantaggio di +14 (54-40) all'ottavo. Negli ultimi due minuti non si segna più, con un terzo periodo dal bassissimo punteggio che si conclude sul 54-40 in favore dei padroni di casa. 

Dopo un avvio di quarto ancora favorevole ai padroni di casa, Castellaneta riesce a rosicchiare qualche punto e ad arrivare fino al -7 (60-53) di metà quarto, con le triple di un ispirato Resta G. E' poi Gaudiano a salire in cattedra trovando la tripla del -2 (62-60) a 1:30 dalla fine, ma la risposta immediata dall'altra parte arriva con un implacabile Smith che dagli otto metri riporta i suoi sul 65-60 ad un minuto dal termine. Dopo un libero segnato da Calisi, Nelson tiene in piedi le speranze ospiti con una tripla (66-63) a 27 secondi dal termine, prima di un inspiegabile fallo tecnico fischiato a coach Compagnone che difatti taglierà definitivamente le gambe alle speranze di rimonta ospite (nel finale poi l'arbitro ammetterà l'errore chiedendo scusa al coach valentiniano). Il match si conclude con Calisi dalla lunetta sul punteggio di 69-65. 

La Valentino Basket esce lo stesso tra gli applausi di due tifoserie splendide e correttissime, che meriterebbero ben altri palcoscenici, e che per tutta la gara si sono scambiati attestati di stima reciproca. 

Tornando all'episodio arbitrale nel finale, si spera che la federazione abbia lo stesso occhio di riguardo che utilizza quando deve sanzionare le società, perchè per il bene del movimento cestistico vanno salvaguardati tutti. Anche le società che fanno sacrifici immani per mantenere la categoria, perchè soprattutto in questa fase ogni partita vale una finale, e non è giusto che siano scelte arbitrali scellerate a condizionare l'esito delle partite. 

CESTISTICA OSTUNI 69-65 VALENTINO BASKET

Cestistica Ostuni: Smith 21, Mihalich 6, Manchisi 9, Teofilo 8, Vorzillo 17, Calisi 5, Tanzerella 3, Masciulli ne, Faraci ne, Petraroli ne. Coach Carolillo.

Valentino Basket: Gaudiano 10, Rotundo 3, Wright-Nelson 21, Novovic 2, Buono 10, Resta D. 5, Resta G. 14, Cassano, Scarati, Carucci ne. Coach Compagnone.

Parziali: 18-16 (18-16); 40-31 (22-15); 54-40 (14-9); 69-65 (15-25).

Arbitri: Porcelli (BA) e Ceo (BA).

Usciti per falli: Resta D., Buono (VBC) e Mihalic (OST). Tecnico a Smith (OST) e panchina VBC.

Note: spettatori 400 circa con nutrita rappresentanza ospite.

Vito Girolamo - Ufficio Stampa Valentino Basket Castellaneta 

CASTELLANETA AD OSTUNI CON FIDUCIA

Sabato, 11 Febbraio 2017

Ultima della serie di trasferte del girone di ritorno per la Valentino Basket.

SERIE C, CASTELLANETA DI CUORE STENDE IL MANFREDONIA

Giovedì, 09 Febbraio 2017

Batte forte il cuore della Valentino Basket Castellaneta, che espugna Manfredonia trovando due punti che sanno di boccata d'ossigeno. 

Partita pazza quella andata di scena al PalaScaloria, fatta di parziali pesanti messi a segno da entrambe le squadre, con un Castellaneta dai due volti che ha concesso pochissimo nel secondo e nell'ultimo periodo (rispettivamente 7 e 8 i punti subiti), ribaltando più volte il punteggio e in maniera decisiva nel quarto periodo riuscendo a portare a casa il match. 

Per i valentiniani trascinante il trio Novovic, Wright-Nelson, D. Resta, autori rispettivamente di 21, 15 e 13 punti. Eloquente invece dall'altra parte l'1/17 da tre punti.

Lo starting five schierato da coach Compagnone è composto da Buono, Rotundo, Gaudiano, Wright-Nelson e Novovic. Coach Ciociola risponde con Wright, Gramazio, Johnson e i due Padalino. 

Dopo un avvio equilibrato, che vede il tabellone segnare il punteggio 11-10 al quinto minuto, i sipontini provano la prima fuga con Wright e soprattutto Padalino A. che con sei punti consecutivi porta i suoi sul +9 (19-10) dopo sette minuti di gioco. Gli ospiti cercano di rientrare con i punti di Rotundo e Novovic, ma Manfredonia si riallontana e con l'ormai ispiratissimo Padalino chiude il primo periodo sul punteggio di 22-14. 

Nel secondo periodo Castellaneta cambia faccia, e si riporta prepotentemente in corsa con un break di 0-10 in tre minuti, aperto da Novovic e Nelson e chiuso dalla tripla di Resta: 22-24 al terzo minuto. I padroni di casa accennano ad una reazione, ma gli ospiti non ne vogliono sapere ed un'altra tripla di Resta dice +7 (23-30) dopo sette minuti di gioco. Manfredonia riesce a riportarsi fino al -2 (28-30) con i punti di Vuovolo e Padalino, ma nel finale la VBC scappa di nuovo via trovando ottime risposte dagli unders, ma soprattuto da Scarati che conclude la prima metà di gara con un cinque punti di fila: 29-37 il punteggio all'intervallo. 

Al ritorno dagli spogliatoi è di nuovo Manfredonia a fare la voce grossa, riportandosi con i punti di Johnson e la schiacciata di Wright a -1 (39-40) dopo quattro minuti. I ragazzi di Compagnone sembrano riuscire a riprendere in mano la situazione con Rotundo e Gaudiano tornando a +5, ma è solo un fuoco di paglia perchè poi si completa la rimonta locale con uno scatenato Wright (49-44) a due minuti dalla fine. I sipontini riescono a mantenere il vantaggio fino al termine del quarto, con Johnson che chiude la terza frazione sul punteggio di 53-48.

Nell'ultimo quarto torna la VBC del secondo periodo, quindi sono Resta e Nelson a dare il la all'ennesima rimonta biancorossa, con due triple che permettono di rimettere il naso avanti (57-58) dopo quattro minuti. Sale in cattedra Novovic per i biancorossi, poi è Nelson a ribadire il vantaggio di +3 (59-62) al settimo. A questo punto Castellaneta riesce a dare la spallata decisiva al match, con i tentativi dalla lunga distanza di Manfredonia che si infrangono sul ferro, quindi Nelson, Resta e Novovic chiudono definitivamente la contesa, con il montenegrino che trova il +10 (59-69) ad un minuto dalla fine. Serviranno solo a rendere meno amara la sconfitta per Manfredonia gli ultimi due punti di Padalino, con il match che si chiude sul 61-69. 

Due punti a dir poco vitali nella corsa alla salvezza della Valentino Basket, in un momento difficile con tre trasferte consecutive. Domenica ad Ostuni per l'ultima trasferta del tour de force, poi il calendario prevede 4 match in casa su 5 (con il derby con il Martina a campo neutro). 

ANGEL MANFREDONIA 61-69 VALENTINO BASKET

Angel Manfredonia: Wright 18, Gramazio 10, Padalino N. 8, Johnson 11, Padalino A. 9, Chiappinelli 1, Vuovolo 2, Totaro 2, Castigliego ne, Prencipe ne. Coach Ciociola.

Valentino Basket: Gaudiano 4, Wright-Nelson 15, Novovic 21, Rotundo 6, Buono 2, Scarati 5, Cassano, Resta D. 13, Resta G. 3, Carucci ne. Coach Compagnone.

Parziali: 22-14 (22-14); 29-37 (7-23); 53-48 (24-11); 61-69 (8-21).

Arbitri: Acella (BA) e Caldarola (BA).

Usciti per falli: nessuno.

Note: spettatori 200 circa.

Vito Girolamo - Ufficio Stampa Valentino Basket Castellaneta

 

 

SERIE C, A MANFREDONIA SI PUO' FARE

Mercoledì, 08 Febbraio 2017

Ancora un impegno lontano da casa per la Valentino Basket.

Valentino Basket Castellaneta © 2014 - 2016 All rights reserved | Made with ♥ by DIELLE