C 2017 18

facebookinstagramyoutubetwitter

UNDER 14, BENE A SAN SEVERO

Venerdì, 02 Dicembre 2016

Il sogno di arrivare primi come lo scorso anno non è affatto un'utopia. Niente ha potuto infatti la Cestistica San Severo con i biancorossi, campioni regionali in carica.

Successo giunto in maniera netta, 38 a 81 il finale, nonostante diverse sbavature in fase difensiva abbiano fatto perdere spesso le staffe a coach Francesco Lupo.

Cresce nel frattempo l'attesa del big-match con l' Enel Brindisi, una delle due rivali, insieme alla Virtus Foggia, per la vittoria finale, gare in cui i giovani valentiniani dovranno avere più che mai fame di vittoria.

CESTISTICA SAN SEVERO 38-81 VALENTINO BASKET

Cestistica San Severo: De Capua 8, Fuiano 8, Guida 10, Masi 8, Piacentino, Pesante, Cantalupo, Schioppa, Pistolo, Patella 2, De Martino 2.

Valentino Basket: Cacchiullo 4, Cirsone, Larocca 25, Cetera 9, Lupo 27, Randazzo 4, Perrone, Leone 2, Visciglio 8. Coach Lupo.

Parziali: 12-16; 23-42; 29-70.

Arbitri: Di Pietro (FG) e Alessandrino (FG).


Ufficio Stampa Valentino Basket Castellaneta

LA VBC E' VIVA E VINCE A BARI

Domenica, 27 Novembre 2016

Successo per la Valentino Basket, che liquida la pratica Adria Bari e guadagna i primi due punti stagionali in trasferta.

SERIE C, A BARI URGE UNA REAZIONE

Sabato, 26 Novembre 2016

Per la Valentino Basket è giunta l'ora di fare bottino pieno.

Torna con una sconfitta la Valentino Basket dal palaTuturano di Brindisi, contro i bianco blu dell'Enel.

Seconda sconfitta in altrettante partite per i biancorossi lontano dal PalaTifo, nonostante un match in cui sono sempre stati in partita subendo poco quasi quanto niente la fisicità degli avversari,  che hanno sbagliato tantissime soluzioni facili sotto canestro.

Pesa l'assenza di Caprioli e coach Lupo si ridimensiona con il quintetto dei "piccoli" Lupo, Larocca, Cacchiullo, Addabbo e Cetera. Coach Giarletti risponde con Licchetta, Zurlo, Fusco, Di Sansebastiano e Fiusco.

Partita già su ritmi altissimi,  con  le squadre che si battono già colpo su colpo. A Zurlo, Fiusco e Di Sansebastiano rispondono Lupo, Cetera e Addabbo con Larocca che difficilmente entrerà in partita (si vedrà verso il finale con una bomba da 3). Coach Giarletti comincia a girare i suoi effettivi e un cambio porta al più +4 avversario con un tiro da 3 di Danese e un libero segnato da Fusco. Il primo parziale si conclude sul 17-13.


Il secondo parziale si apre con la tripla di Lupo, mentre Cetera autore di un' ottima partita con un buon pressing e due palle recuperate, le quali porteranno ad uno dei tanti giochi da tre punti del giovane Valentiniano (molto presente in attacco con 9 punti). Ovviamente i brindisini non ci stanno e vanno avanti con una bomba di Zurlo e Fiusco che fa male con le sue solite penetrazioni, anche se la difesa ospite  continua a vacillare. Il tabellone dice +7(31-24) a fine primo tempo e rientro negli spogliatoi amaro per la VBC che deve fare i conti con il suo allenatore che striglia i suoi per far capire che le partite si vincono se si difende bene ma soprattutto se si gioca con la testa.

Al rientro dagli spogliatoi la musica non cambia, e  Cacchiullo (il migliore nei rimbalzi difensivi, 7 per lui) non riesce a difendere bene su Fiusco. Cacchiullo però in attacco "ripaga" come può le lacune difensive e inizia un mini parziale di 0-6 con un canestro, continua Cetera e conclude Lupo con i suoi tiri dalla media; la VBC si riporta a -1 e partita riaperta ma la difesa sbanda e subisce contropiede fatali con l'Enel che fa un contro break di 10-6 ancora con Fusco e Di Sansebastiano: il terzo quarto si conclude sul 46-37.

La partita sembrerebbe chiusa ma c'è una timida reazione ospite con Addabbo che piazza un tiro da 3 e Larocca che inizia a carburare, in ritardo però, mettendo a referto un altro mini parziale di 0-5 subito però recuperato dai locali che metteranno la parola fine al match con i solito Zurlo, Fiusco e Di Sansebastiano (36 punti in 3). Il match si conclude sul punteggio di 62-51 in favore dei brindisini.

Neanche il tempo di respiare, che il prossimo turno prevede un altro match durissimo: al Palatifo il primo dicembre arriverà difatti la corazzata Aurora Brindisi. 

NEW BASKET BRINDISI 62-51 VALENTINO BASKET

New Basket Brindisi: Licchetta 2, Zurlo 17, Fusco 2, Di Sansebastiano 10, Danese 6, Epifania 6, Vasile, Carone, Esposto 4, Baldassarre, Palermo 2, Fiusco 13. All. Giarletti.

Valentino Basket: Lupo N. 16, Larocca 13, Cacchiullo 5, Cetera 9, Addabbo 8, Randazzo, Cirsone, Galli, Lenoci n.e. All. Lupo F.

Parziali: 17-13; 31-24; 46-37.

Arbitri: Mitrugno (BR) Perrucci (BR).

Note: spettatori 50 circa.

Ufficio Stampa Valentino Basket Castellaneta

UNDER 18, FORTITUDO TARANTO KO AL PALATIFO

Lunedì, 21 Novembre 2016

Non si ferma la marcia vincente dell'under 18 di coach Sirico, che al Palatifo stende la Fortitudo Taranto in un match ad alta tensione e grande intensità, ma che ha visto i biancorossi condurre per tutti e 40 i minuti senza essere mai impensieriti dalla formazione ospite.

Terza vittoria consecutiva per la formazione valentiniana, che ipoteca la qualificazione alla fase Gold. L'unica nota stonata, in una bella partita dall'alto tasso agonistico, il comportamento di genitori e tifosi ospiti, che hanno passato tutto il match ad ingiuriare contro atleti e arbitri, rendendo più tesa l'atmosfera al Palatifo.

Coach Sirico schiera il quintetto formato da Rochira, D'Onofrio, Patella, Minei e Carucci. Coach Depasquale risponde con Tardia, Mola, Russo, Alfarano e Palagiano. 

Inizio di primo periodo fisico ed equilibrato. Carucci con la tripla prova a rompere l'equilibrio nel finale, ma Mola in transizone permette ai viaggianti di chiudere a contatto: 13-10 il punteggio dopo dieci minuti. 

Nel secondo quarto dopo cinque minuti ancora punto a punto, salgono in cattedra Minei e Patella, con quest'ultimo che con 7 punti di fila permette di distaccare i tarantini. E' ancora Mola a guidare la reazione degli ospiti, con la tripla che conclude la prima metà di partita sul punteggio di 27-20 in favore dei biancorossi. 

Al ritorno dagli spogliatoi gli ospiti provano a mettera sul piano nervoso, infatti prima viene fischiato un doppio tecnico a Russo e Carucci, e gli animi cominciano a surriscaldarsi. E' Taranto a trarne beneficio dalla situazione, arrivando fino al -5 con Stursi incontenibile, ma negli ultimi minuti i biancorossi riprendono in mano la gara, con Minei, Carucci e Patella che chiudono il terzo quarto sul punteggio di 44-34. 

Nell'ultimo quarto i biancorossi gestiscono bene la gara, non permettendo mai agli ospiti di riavvicinarsi, e poi il tecnico fischiato a coach Depasquale per proteste è la batosta che segna definitivamente la gara. Infatti da quel momento la Fortitudo non ne ha più, e i biancorossi ne approfittano per andare fino al +15 con i soliti Patella e Minei: 59-45 il punteggio con cui si conclude il match.

VALENTINO BASKET 59-45 FORTITUDO TARANTO

Valentino Basket: Lippolis 2, D'Onofrio R. D'Onofrio P., Montrone 1, Latini, Rochira 2, Carucci 12, Lonardelli, Natuzzi, Patella 22, Martemucci, Minei 20. Coach Sirico.

Fortitudo Taranto: Tardia, Alfarano 6, Strusi 6, Lagioia, Santamato, Vitiello, Russo 5, Mola 18, Caracciolo, Bologuaro, Mavale ne, Palagiano 9. Coach Depasquale.

Parziali: 13-10; 27-20; 44-34; 59-45.

Arbitri: Paradiso (BA) e Moretti (BA):

Usciti per falli: Russo (TAR). Tecnico a Carucci (VBC), Russo (TAR) e alla panchina (TAR).

Note: spettatori 50 circa con piccola rappresentanza ospite.

Vito Girolamo - Ufficio Stampa Valentino Basket Castellaneta

 

 

 

LA VBC SBANDA, IL DERBY E' DEL MARTINA

Lunedì, 21 Novembre 2016

Doveva essere la partita delle conferme per una Valentino Basket in crescita.

Doveva essere vittoria e così è stata al PalaTifo di Castellaneta nel campionato d'eccellenza dell'under 15 con la Valentino Castellaneta che stende l' Angiulli Bari.

Partita al cardiopalma quella andata di scena al Palatifo, con le squadre che si sono date battaglia per tutti e quaranta in minuta con un'intensità incredibile.

Il quintetto di coach Lupo non cambia e da fiducia ancora ai 5 di Bari: Lupo N., Larocca, Cacchiullo, Addabbo e Caprioli risponde coach Cirací con: Belviso, Ruotolo, Triggiani, Punzi e Provaroni.

Pronti via e Addabbo accende il PalaTifo con la prima bomba della serata (ben 8 segnati saranno i tiri dell'arco di squadra), ma la partita inizierà a prendere una piega sbagliata perché Triggiani e Provaroni faranno male alla difesa locale (complici le solite imbarcate). Lupo e Larocca chiuderanno il quarto sul punteggio di 12-16.

Secondo periodo che si apre allo stesso modo del primo. Bomba di Larocca e ospiti che cominceranno a penetrare bucando di continuo la difesa locale. Stesso copione e il primo tempo termina ancora in favore degli ospiti (29-33).

Coach Lupo non ci sta e negli spogliatoi alza la voce, dicendo ai suoi che ci vuole concentrazione e spirito di squadra per vincere le partite, inoltre un pizzico di presenza in più a rimbalzo. Capitan Lupo e Co seguono alla lettera il loro allenatore e la partita cambia radicalmente prima con Lupo che fa fallo e canestro per il -1 e poi con Addabbo che recupera un tiro sbagliato da Cacchiullo e segna da sotto per il sorpasso VBC. Da qui la partita si accende e iniziano a piovere tiri da 3 da parte di Lupo e Larocca e primo massimo vantaggio +10 sugli avversari (46-36). Coach Cirací non ci sta e rosicchia punti su punti piazzando una difesa 2-3 che inizialmente stordisce i valentiniani e permette a Provaroni, Triggiani e Belviso di pareggiare la partita, ma ancora una bomba di Lupo e un tiro libero di Larocca permettono di  chiudere il terzo quarto sul +6 locale (50-46).

L' ultimo quarto è una  vera e propria battaglia, con il pubblico che fa la sua parte e carica i giovani valentiniani che rimarranno concentrati fino alla fine. Ancora difesa 2-3 per il Bari ma questa volta non funziona perché Lupo e Larocca sanno sfruttare gli spazi lasciati dalla lunga distanza per il secondo massimo vantaggio +10.  Bari va in confusione e non servirà a niente la sospensione chiamata da Cirací. Lupo, Larocca e Addabbo mettono la parola fine alla partita con alcune palle recuperate e rimbalzi difensivi. Vittoria di massima importanza anche per il morale di squadra dopo la batosta subita a Bari sponda Cus. Il match termina sul +12 (72-60) e ora la mente va al match contro un'altra diretta concorrente per arrivare alle final four, ovvero la forte Enel Brindisi.

VALENTINO BASKET 72-60 ANGIULLI BARI

Valentino Basket: Cacchiullo 6, Cirsone n.e., Larocca 20, Cetera 2, Lupo 33, Randazzo, Galli, Lenoci n.e., Caprioli 3, Addabbo 5. Coach Lupo.

Angiulli Bari: Belviso 11, Ruotolo 5, Venezia n.e., Riganti n.e., Facchini 2, Lovreglio 6, Triggiani 10, Runzi 4, Balzano 1, Provaroni 17, Longo, Algie 4. Coach Ciracì.

Parziali: 16-12; 29-33; 50-46; 72-60.

Arbitri: Pocognoni (TA) e Scrimieri (TA).

Usciti per falli: nessuno.

Note: spettatori 50 circa.

Ufficio Stampa Valentino Basket Castellaneta

VBC, DERBY SALVEZZA A MARTINA FRANCA

Venerdì, 18 Novembre 2016

Tredici anni dall'ultima volta, torna il più classico dei derby ionici, con la Valentino Basket che fa visita alla Valle D'Itria Martina Franca. 

E proprio come allora, il match si presenta come un crocevia fondamentale per la salvezza di entrambe le squadre.

Infatti l'inizio di campionato è stato complicato anche per Martina Franca, con gli arancio-blu che occupano la medesima posizione dei biancorossi, con quattro punti frutto di una vittoria interna ed una esterna. La vittoria esterna è stata ottenuta sul parquet del fanalino di coda Adria Bari, invece l'ultima vittoria tra le mura amiche risale addirittura alla prima giornata, ai danni del Ceglie. 

Ma la situazione di classifica non deve assolutamente ingannare, con i martinesi che si presentano con un roster di tutto rispetto. Il quintetto è formato dal play Colnago in cabina di regia (ex Bernareggio in C Gold lombarda, con le giovanili nell'Olimpia Milano), mentre sotto le plance fa sentire la sua presenza il pivot Nwokoye (classe 1995), reduce da un'esperienza in Lega Due con la maglia di Recanati. Nel ruolo di guardia troviamo Lasorte, reduce dalla promozione dalla D con Ceglie, mentre il punto di forza sono i due esterni: Carmon Okubo (14.2 punti di media a partita), ma soprattuto Gray (20.2 punti di media) è il miglior realizzatore e trascinatore della formazione allenata da coach Terrulli. A completare un roster, a dir la verità non molto lungo, l'ala piccola Argento (reduce da due stagioni a Fasano) e i vari under quali sono Cassano, Caroli e Russo. 

I biancorossi dal canto loro sono reduci da un'entusiasmante vittoria contro Ostuni, che deve dare la giusta carica in vista di due scontri che possono rivelarsi davvero decisivi per il proseguio della stagione biancorossa. Difatti dopo Martina Franca, gli uomini di coach Compagnone faranno visita al fanalino di coda Adria Bari. La squadra si è allenata anche venerdì per smaltire le tossine del turno infrasettimanale, con il roster al completo ad eccezione fatta per Gaudiano, fermo ai box per un problema alla schiena.

Il popolo biancorosso, con il ritrovato entusiasmo, è pronto a seguire in massa la squadra nel belissimo impianto del Palawojtyla di Martina Franca. La palla a due è prevista per domenica alle ore 18:00, gli arbitri del match saranno Ranieri di Mola di Bari (BA) e Lenoci di Massafra (TA).

Vito Girolamo - Ufficio Stampa Valentino Basket Castellaneta

IMPRESA VBC, L'OSTUNI CADE AL PALATIFO

Giovedì, 17 Novembre 2016

Torna a battere forte il cuore della Valentino Basket, che al Palatifo sfodera una prestazione tutta d'orgoglio, e sgambetta la vice capolista Ostuni tornando alla vittoria dopo tre sconfitta consecutive. 

Partita maschia quella andata di scena in un Palatifo colorato da entrambe le tifoserie, con i biancorossi quasi sempre avanti, al cospetto di Ostuni comunque mai domo e che ha tentato per tutti e quaranta i minuti di ribaltare le sorti del match. Una difesa ai limiti della perfezione però, ha respinto ogni offensiva degli ospiti, facendo tornare a ribollire ed urlare di gioia il Palatifo.

Quintetto inedito quello schierato da coach Compagnone, composto da Buono, Rotundo, Nelson, Giuseppe Resta e Novovic. Coach Curiale per Ostuni risponde con Smith, Vorzillo, Mihalich, Manchisi e Franklin. 

Inizio a ritmi bassi, con i biancorossi che impiegano due minuti a sbloccare il punteggio, con Novovic dalla lunetta e Buono che scrivono il primo parziale di 4-0. Ostuni colpisce dall'angolo da tre con Manchisi, poi Rotundo in contropiede fissa il punteggio sul 6-3 dopo cinque minuti. Vorzillo con la tripla pareggia i conti, prima che un ispiratissimo Buono da il via al parziale di 10-0 chiuso poi da Nelson in contropiede, che porta i biancorossi sul 16-6. Gli ospiti provano a riavvicinarsi ancora con Manchisi, ma due triple ad opera di D. Resta e Buono ristabiliscono le distanze, anche se sarà Smith con una tripla a concludere un ottimo primo periodo valentiniano sul punteggio di 22-13.

Nell'avvio del secondo periodo, la VBC tocca il massimo vantaggio con Nelson dalla lunetta (29-17), poi Ostuni si riavvicina con Manchisi e Masciulli, con quest'ultimo che trova i punti del 29-22 di metà quarto. Franklin colpisce dalla media, ma la tripla di Resta da ossigeno all'attacco biancorosso che appare inceppato in questa fase (34-26) al settimo minuto. Ostuni adesso si fa davvero sotto, prima con 4 punti di fila in contropiede di Smith, e poi con la tripla dell'ex di turno Teofilo che riporta a -1 gli ospiti (34-33). Nel finale però è un bel movimento in post di Cassano a concludere la prima metà di gara sul punteggio di 36-33. 

Al ritorno dagli spogliatoi si comincia con un gioco da 3 di Nelson, poi per gli ospiti sale in cattedra un incontenibile Smith , che in contropiede schiaccia i due punti della parità (39-39). Poi delle scelte inspiegabili del primo arbitro, compreso un dubbio antisportivo a Buono, portano al massimo vantaggio degli ospiti con un break di 0-7 chiuso da Mihalich (39-46) dopo tre minuti. La reazione d'orgoglio dei valentiniani è devastante, e grazie ad una difesa a dir poco asfissiante, piazzano un super parziale di 17-0, con Nelson e Novovic protagonisti di giocate che deliziano il Palatifo: 56-46 il punteggio dopo otto minuti. E' il solito Smith a tenere in vita gli ospiti, con quattro punti di fila nel finale, poi Manchisi dalla lunetta chiude il terzo periodo sul 56-51 in favore della Valentino. 

L'ultimo quarto si apre nel segno del botta e risposta tra Nelson e Smith, poi il gioco da tre punti di Teofilo tiene ancora in linea di galleggiamento Ostuni (61-58) alla metà del quarto. Tocca poi a Novovic andare a segno, servito splendidamente da Buono, ma ancora un inarrestabile Smith da tre riporta a -2 gli ospiti (65-63) al settimo minuto. Davide Resta  sale in cattedra con un bellissimo gesto tecnico che porta ad un gioco da tre punti, poi Novovic con il 2/2 dalla lunetta sembra assestare il colpo decisivo agli ospiti (70-63). Ma nel finale Ostuni ha ancora la forza per rientrare con due contropiedi consecutivi finalizzati da Manchisi, con il tabellone che segna 70-67 a 1:24 dalla fine. La VBC con cuore e  difesa non permette tiri facili e Nelson in contropiede trova il 72-67 a 41 secondi dal termine, con Ostuni che sarà costretta a tentare le triple della disperazione senza ottenere gloria. Novovic e Buono dalla lunetta concluderanno il match sul punteggo di 75-67. 

Vittoria fondamentale per il team di coach Compagnone, che può dare la giusta carica in vista dei due scontri salvezza che attendono i biancorossi, che faranno visita prima alla Valle D'Itria Martina e poi all'Adria Bari. 

VALENTINO BASKET 75-67 CESTISTICA OSTUNI

Valentino Basket: Buono 16, Resta G., Rotundo 3, Wright-Nelson 22, Novovic 21, Cassano 2, Resta D. 11, Scarati n.e., Carucci n.e., Martemucci n.e. Coach Compagnone

Cestistica Ostuni: Smith 23, Vorzillo 3, Mihalich 9, Manchisi 12, Franklin Jr 8, Masciulli 4, Teofilo 8, Faraci n.e., Tanzarella n.e., Calisi n.e. Coach Curiale. 

Parziali: 22-13; 36-33; 56-51; 75-67.

Arbitri: Russo (TA) e Grieco (MT).

Usciti per falli: nessuno. Antisportivo a Buono (VBC).

Note: spettatori 300 circa con nutrita rappresentanza ospite. 

Vito Girolamo - Ufficio Stampa Valentino Basket Castellaneta

SERIE C, DURA CONTESA CON OSTUNI

Martedì, 15 Novembre 2016

È il momento di pensare alla Cestistica Ostuni.

Valentino Basket Castellaneta © 2014 - 2016 All rights reserved | Made with ♥ by DIELLE