COLLABORAZIONE, PROGRAMMAZIONE, SETTORE GIOVANILE

Castellaneta rappresenta la storia della pallacanestro in Puglia. Deve tornare ad essere protagonista. E’ questo l’obiettivo della dirigenza della Valentino Basket Castellaneta, che ha presentato la stagione 2022/2023 alla cittadinanza. Alla presenza del presidente Giuseppe Nico e di tutto lo staff tecnico delle squadre giovanili e senior, il team valentiniano ha fissato gli obiettivi della sua attività alle porte di una stagione agonistica che, si speri, torni ad essere vissuta da tutta la città.

“Nonostante sia presidente – ha esordito Nico – resto il primo tifoso della squadra di basket della mia città. Dai tempi dell’Armemo Basket, passando per l’epopea della serie B fino agli ultimi travagliati anni son stato sempre ad un metro dal campo di gioco a sostenere la mia squadra. Oggi il basket pugliese chiama la Valentino Basket Castellaneta a riempire il vuoto lasciato negli ultimi anni e tornare ad essere protagonisti”

Il presidente presenta anche la ricetta per tornare ad essere protagonisti: “Ci vuole programmazione negli anni, collaborazione con le altre società viciniore e bisogna ripartire dai ragazzi”.

Nico spiega il claim apparso nella campagna di comunicazione 2.30: il 2 rappresenta il secondo anno, quello della partenza del progetto Valentino Basket Castellaneta, dopo il primo anno in cui si è pensato più a sopravvivere che a vivere; 30 è l’obiettivo temporale entro il quale si spera di poter tornare ad avere una squadra senior fatta di giocatori cresciuti nel vivaio biancorosso

“Per fare questo ci vuole programmazione – racconta il presidente – partendo dall’organizzazione di uno staff tecnico che, oltre ad avere i titoli, deve portare con se anche la mentalità vincente che permette al buon giocatore di diventare un campione”. Lo staff sarà composto da Giovanni Gesmundo allenatore della prima squadra e dell’under 15, Andrea Polucci allenatore dell’Under 19 d’eccellenza e responsabile tecnico del settore giovanile, Davide Resta, capitano biancorosso, che passa dall’altra parte della linea di campo e diventa assistente allenatore della prima squadra ed, infine, Luca Castellano allenatore delle giovanili. “I primi due li abbiamo scelti per la loro competenza e perché sanno come si vince – spiega Nico – Davide (Resta ndr) rappresenta quel filo conduttore della storia biancorossa da tramandare ai nuovi, infine Luca Castellano rappresenta la nuova leva dei coach che saprà migliorarci, e migliorarsi, con l’esperienza in campo”

Tutto affinchè cresca il settore giovanile, punto clou del progetto Valentino Basket. “Negli anni passati le squadre di basket avevano almeno 4, se non 5, giocatori castellanetani cresciuti cestisticamente da noi – racconta il presidente – Mi vengono in mente Cosentino, Todisco, Rotolo, Tria, lo stesso Resta, dobbiamo tornare a portare in prima squadra i castellanetani”

Anche avvalendosi della collaborazione delle altre società “da due anni collaboriamo con l’Olimpia Gioia e Murgia Basket Santeramo permettendo a tutti i ragazzi, di qualsiasi età, di potersi confrontare, e completare, in squadre di alto livello che permetta loro di crescere e migliorarsi – dice Nico –  Spero che questo avvenga anche con l’altra società di Castellaneta, la Magna Gracia, con la quale stiamo cercando di collaborare”

Infine, il messaggio alla città, che chiude la serata “La Valentino Basket, ma in generale il movimento cestistico locale, non è di una sola persona ma di tutta Castellaneta. Orgogliosamente la nostra città viene riconosciuta in Puglia per la sua tradizione cestistica. Adesso è necessario lavorare tutti insieme affinchè torniamo ad essere protagonisti”